Posted on

Musica: Luca Barbarossa, «Aosta è una perla»

Musica: Luca Barbarossa, «Aosta è una perla»

Intervista al cantautore e conduttore radiofonico romano che parla di giovani musicisti e luoghi d'Italia da scoprire e riscoprire

L’Aosta Sound Fest si è concluso domenica 3 luglio con il tutto esaurito di Luca Barbarossa. Nella meravigliosa cornice del teatro romano in molti hanno cantato insieme al cantautore i suoi più grandi successi, tra i tanti “Roma spogliata”, “Via Margutta” e “Portami a ballare”. Per Gazzetta Matin, lo ha intervistato la nostra collaboratrice Cecilia Lazzarotto. «Sono arrivato oggi verso l’ora di pranzo e ho mangiato la tipica cucina valdostana, sono stato al ristorante indiano – racconta scherzando Barbarossa, che ridendo aggiunge – quindi agnello con le salsine allo yogurt, insomma tutte cose tipiche». Il cantautore romano al momento è impegnato nella chiusura della stagione di Radio2 Social Club, che finirà a fine luglio, e nei concerti del tour italiano. «L’altra sera eravamo a Genova per Emergency, poi Riccione, ora Aosta. Nel corso dell’estate abbiamo in programma una serie di appuntamenti in giro per questo meraviglioso Paese che è l’Italia, che ha queste meravigliose perle, come Aosta. In ogni posto dove vado sono sempre più ammirato dalla bellezza. Siamo circondati da bellezze di tutti i tipi: monumentali, artistiche, ambientali, paesaggistiche e umane. Non dimentichiamo quelle territoriali, i nostri prodotti, le nostre cose. Al di là del fatto che oggi ho voluto mangiare indiano, ma questa sera (domenica, ndr) berrò e assaggerò tutte le tipicità della vostra regione». Negli anni Luca Barbarossa ha lavorato con moltissimi artisti, c’è qualcuno che manca all’appello o qualche giovane con cui vorrebbe collaborare? «L’altra sera sul palco di Riccione ho duettato con Annalisa, poi con Alice Paba, che ha appena vinto The Voice. A Radio2 Social Club vengono molti giovani. Ho ospitato nuovi cantautori come Calcutta, I Cani, Paletti, Zibba, Ermal Meta e tutti fanno cose molto interessanti. Sono uno più bravo dell’altro. Cosa posso dire, non si vive di solo talent. Fuori dai talent, infatti, ci sono molti ragazzi che coraggiosamente si fanno strada». I cantautori di oggi hanno le stesse possibilità che avevate voi qualche anno fa? «Tutto dipenderà da cosa scriveranno. Lasciare un segno è cosa di pochi, però tutto dipenderà dalla qualità dei loro brani». Luca Barbarossa sta lavorando ad un nuovo disco, di cui però non si conosce ancora la data di pubblicazione. Il filo conduttore? Il cantautore non ci rivela nulla, ma nuovamente scherzando, come è solito fare,  commenta… «sono io il filo conduttore, canterò in tutti i brani».Nella foto, Luca Barbarossa nel concerto al Teatro Romano.(cecilia lazzarotto)

 

 

Condividi

LAST NEWS