Posted on

Vini valdostani apprezzati nella Silicon Valley

Vini valdostani apprezzati nella Silicon Valley

Al ristorante 'Tèrun' di Palo Alto, le bottiglie dell'azienda Rosset, venduti a 80-90 dollari a bottiglia

A Palo Alto, nella Silicon Valley, Maico Campilongo, 43 anni, origini calabresi, tecnico informatico di Trento, ha realizzato il suo sogno: è il ristorante Terùn, dove hanno mangiato e apprezzato la cucina italiana anche Marc Zuckenberg e Larry Page, fondatori di Facebook e Google, ma anche il patron di Amazon Jeff Bezos. Non solo la cucina, perchè il Terùn – nome provocatorio per gridare al mondo l’orgoglio di essere meridionale, di essere italiano – offre anche il meglio delle etichette da tutto il mondo. E tra queste, ci sono anche i vini dell’azienda Rosset di Quart. Un bel riconoscimento per l’azienda, così come commenta il sommelier, consulente e wine & spirits export manager Angelo Sarica: «siamo felici di rappresentare il piccolo il made in Valle d’Aosta, la nostra sfida è stata nella perseveranza di far conoscere e far apprezzare questi vini sempre più ricercati e richiesti dai guru della Silicon Valley, winelover, attenti alla continua ricerca di vini rari. Dopo anni di sperimentazioni e sacrifici, dopo i tre bicchieri del Gambero Rosso lo scorso anno, da qui il tour negli Stati Uniti con i nostri importatori e poi i vari tasting che ci hanno permesso di confrontarci con tutti i vini presenti sia californiani che di altre importazioni. Risultato? I nostri vini hanno fatto centro, oggi sono venduti nei migliori ristoranti della West e East Coast degli Stati Uniti a prezzi che si aggirano tra gli 80 e 90 dollari la bottiglia».(c.t.)

Condividi

LAST NEWS