Posted on

Estorsione: due arresti a Saint-Vincent

Estorsione: due arresti a Saint-Vincent

Un muratore di Verrès e un suo amico di Sanremo in carcere per aver minacciato un impresario termale

I carabinieri del nucleo operativo di Châtillon St-Vincent hanno arrestato ieri, lunedì 7, in flagranza di reato, due cittadini italiani accusati di estorsione ai danni di un impresario edile di St-Vincent. Secondo gli inquirenti, Bruno Antonio Sanzotta (63 anni, muratore di Verres) e Attilio Pasquale (51 anni di Sanremo), nei giorni scorsi avevano minacciato l’impresario di violenza, sia personale che sulle cose, per farsi consegnare 20 mila euro. La vittima dell’estorsione si è rivolta ai carabinieri, che gli hanno consigliato di assecondare le richieste dei due, in modo da poterli cogliere in flagranza di reato. I militari hanno così assistito, lunedì mattina a St-Vincent, al passaggio di 700 euro a titolo di acconto, arrestando gli estorsori, che attualmente si trovano nel carcere di Brissogne. Bruno Antonio Sanzotta si è difeso, sostenendo che il denaro richiesto si riferiva a lavori eseguiti nel 2008 per l’impresario e mai pagati. Il sostituto procuratore di Aosta che coordina le indagini, Luca Ceccanti, ha chiesto la convalida dell’arresto; a decidere sarà il gip Davide Paladino.

(re.newsvda.it)

Condividi

LAST NEWS