Posted on

Sfruttamento prostituzione: condanne per 15 anni di carcere

Sfruttamento prostituzione: condanne per 15 anni di carcere

E' quanto inflitto dal collegio del Tribunale di Aosta nei confronti di tre giovani nell'ambito di un'indagine del Gruppo della Guardia di Finanza di Aosta; a fronte della disponibilità di due alloggi, chiedevano alle ragazze 50 euro al giorno

Condanne per 15 anni di reclusione e 9.000 euro di multa.E’ quanto inflitto dal Tribunale di Aosta in composizione collegiale (presidente Massimo Scuffi, giudici a latere Marco Tornatore e Paolo De Paola) nei confronti dell’ecuadoregna Jennifer Leticia Burgos Intriago, 24 anni, del colombiano Jahiner Parra Suarez, 29 anni, e del rumeno Ionut Lupu, 28 anni, accusati di sfruttamento della prostituzione, condannati a 5 anni di carcere a testa oltre al pagamento di una multa di 3.000 euro ciascuno.Più nel dettaglio, secondo quanto emerso dalle indagini effettuate dal Gruppo della Guardia di Finanza di Aosta – attività investigativa coordinata dal sostituto procuratore Eugenia Menichetti – tra il maggio e il luglio 2015 i tre imputati avrebbero favorito la prostituzione di almeno cinque ragazze di età compresa tra i 26 e i 36 anni, provenienti da Romania, Repubblica Dominicana e Colombia.Jahiner Parra Suarez e Jennifer Leticia Burgos Intriago – entrambi domiciliati in provincia di Parma – avevano preso in affitto due alloggi ad Aosta, uno in via Vevey e l’altro in via Voison, mettendoli a disposizione delle ragazze a fronte del riconoscimento di un «contributo spese» di 50 euro al giorno.Dal canto suo, Ionut Lupu si occupava di andare a prelevare le ragazze in stazione o al terminal dei pullman per poi condurle in uno dei due appartamenti, fornendo loro – con il contributo di Parra Suarez – i numeri di telefono da pubblicare negli annunci sul web.Secondo l’accusa – che aveva chiesto la condanna di tutti e tre gli imputati a 5 anni di reclusione a testa, oltre al pagamento di una multa di 6.000 euro ciascuno – Lupu avrebbe tratto profitto dall’attività illecita facendosi consegnare i proventi delle prestazioni sessuali da una sua connazionale di 27 anni, con la quale aveva una relazione, potendo disporre di «importanti somme» di denaro contante che – oltre a due automobili, una Bmw e una Volkswagen Passat – all’epoca dei fatti contestati gli avevano permesso di mantenere un alto tenore di vita.(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS