Posted on

Casinò, i sindacati: no a proroga licenziamenti

L'amministratore unico Giulio Di Matteo studia ipotesi alternativa

L'amministratore unico Giulio Di Matteo studia ipotesi alternativa

La proroga a fine della procedura di licenziamento per 264 dipendenti della Saint-Vincent Resort & Casinò è l’ipotesi “giuridicamente più corretta”, anche se “stiamo vagliando un’altra ipotesi intermedia”. Lo ha detto questa mattina l’amministratore unico del Casinò di Saint-Vincent, l’avvocato Giulio Di Matteo, al termine della riunione con i rappresentanti sindacali, il presidente della Regione, Pierluigi Marquis, e l’assessore regionale alle Finanze, Albert Chatrian. Di Matteo si è detto “fiducioso che si possa arrivare a una intesa. Devo approfondire alcuni aspetti, domani avrò un tavolo tecnico”.

Di Matteo deve approfindire l’ipotesi intermedia, poiché i sindacati sono stati lapidari: “abbiamo ribadito la richiesta di ritiro della procedura di licenziamento e abbiamo detto no a una proroga”, spiega Caudio Albertinelli del Sav

Mercoledì 5 è fissato un nuovo incontro a tre – Di Matteo, Regione e Sindacati. “Valuteremo la proposta, ma che non si parli di licenziamenti”, conclude Albertinelli.

Riguardo ai rapporti con gli istituti di credito, “le risposte delle banche ci sono già state, sono risposte fiduciose e questa forse è una delle note meno negative di quello che stiamo affrontando perché sono molto sensibili a quello che dovrà essere il piano di rilancio dell’Azienda”.

Piano rdi rilancio che, come anticipato giorni fa dall’assessore alle Finanze, Albert Chatrian, dovrebbe arrivare per metà aprile. Si tratta di una accelerazione necessaria e per questo Di Matteo metterà al lavoro un pool di professionisti.

(re.newsvda.it)

(in foto il presidente della Regione Pierluigi Marquis, l’assessore Albert Chatrian e l’avvocato Giulio Di Matteo)

Condividi

LAST NEWS