Pubblicato il

Comuni: Saint-Denis, in Consiglio gli eletti si spaccano

Comuni: Saint-Denis, in Consiglio gli eletti si spaccano

L'ex assessore Guido Théodule guida la fronda contro il riconfermato sindaco Franco Thiébat

Prima seduta consiliare ad alta tensione a Saint-Denis dove si è consumato lo scontro tra Franco Thiébat e Guido Théodule giunti in aula, lunedì 25 maggio, con due documenti programmatici e due squadre di governo contrapposte. Scesi in campo con la lista unica Saint-Denis Uni, i due si trovano l’uno a guidare la minoranza interna al gruppo degli eletti – Théodule, secondo nelle preferenze – e l’altro -Thiébat vittorioso per 7 a 4 – alla testa della compagine di governo. Della giunta fanno parte il vicesindaco Italo Théodule, gli assessori Mario Rigollet, Monica Boniface e Domenico Mamertino.
Alla comunicazione della compagine Guido Théodule ha preso la parola: «alla luce di quanto proposto, l’accordo è saltatao; il progetto Saint-Denis Uni è morto ancora prima di nascere: ne prendo atto. Certo è che viene calpestata la sovranità degli elettori, vengono meno le più elementari regole della democrazia e del buon senso» ha enunciato. Ha poi ammonito Rigollet (terzo per preferenze): «ti carichi sulle tue spalle un’enorme responsabilità». Ha parlato di non rispetto del voto pure Rosa Faletti – che ha ceduto il posto in giunta alla collega Boniface – e di «nomine in barba agli accordi e agli elettori». Delusi pure Igor Contoz e Iole Bich perché «è disattesa l’equa rappresentanza che ci doveva essere tra i due gruppi uscenti: Guido e Igor sono stati esclusi dall’esecutivo e questo non rappresenta la volontà dei cittadini». La squadra di governo alternativa – bocciata – era composta da Guido Théodule, sindaco, Paolo Farys, vicesindaco, Monicca Boniface, Igor Contoz e Franco Thiébat assessori.
Thiébat nella replica ha ricordato gli accordi politici che volevano in giunta «un vicesindaco alla minoranza uscente, una donna e due assessori. Ora c’è Mario, perché mi appoggiato per cinque anni, al posto di Guido. Mi assumo la responsabilità delle mie scelte».
(danila chenal)

Condividi

ULTIME NEWS

Condividi

Condividi

Condividi

Condividi

Condividi

Condividi