Pubblicato il

Sei anni e 4 mesi per tentato omicidio

Un anno fa Antonino Pandolfino aveva sparato, ferendola, all'ex moglie

Un anno fa Antonino Pandolfino aveva sparato, ferendola, all'ex moglie

Il Gup del Tribunale di Aosta, Giuseppe Colazingari, ha condannato, oggi, Antonino Pandolfino, 48 anni di Aosta, a 6 anni e 4 mesi di reclusione, all’interdizione perpetua dagli uffici pubblici e alla sospensione della patria potestà per la durata della pena.
Pandolfino, la notte tra il 30 e 31 maggio dello scorso anno, aveva teso un agguato alla moglie, Maria Caterina Verduccio, dalla quale si stava separando, e al suo nuovo compagno Ilir Xhialli. Nascosto nell’androne dell’abitazione di lei, in via Antica Zecca, l’uomo sparò alla moglie, che fu ricoverata in rianimazione, e al compagno, che si gettò dalla finestra, colpendolo di striscio.
Pandolfino era accusato di tentato omicidio aggravato, lesioni personali aggravate e porto abusivo d’arma (una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa). Il pm Pasquale Longarini aveva chiesto una condanna a otto anni. Probabile il ricorso in appello degli avvocati della difesa Michela Malerba di Torino e Filippo Vaccino di Aosta.

Condividi

ULTIME NEWS