Pubblicato il

Per il 25 Aprile, anniversario della Liberazione, l’Anpi accosta svago e solennità

Per il 25 Aprile, anniversario della Liberazione, l’Anpi accosta svago e solennità

Non solo messe e discorsi ufficiali ma anche teatro, musica e dibattiti

”Abbiamo voluto rompere con la tradizone, fatta fin qui di commemorazioni, e far sì che il 25 Aprile non sia solamente un rito dovuto ma una festa per tutti, un’occasione per rinforzare l’impegno a non fare dimenticare i principi che hanno animato la lotta partigiana e sostenuto i padri costituenti”, ha sottolineato Marino Guglielminotti Gaiet, presidente della sezione valdostana dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia – 453 iscritti -, presentando in una conferenza il calendario delle manifestazioni per l’annivesario della Liberazione. Così il Comitato dell’Anpi e le sezioni hanno stilato un programma il programma che accosta momenti tradizionali a momenti di svago. Le celebrazioni prenderanno il via venerdì 20 aprile con l’iniziativa Letture resistenti, ore 21 all’Atelier Aleph di via Martinet ad Aosta, con racconti, proiezioni e interviste dedicate alla guerra partigiana. Sabato 21 aprile, alle 21 in località Fabbrica di Champdepraz, esibizione del coro Bajolese. Domenica 22 andrà in scena sempre a Champdepraz (ore 21 località Fabbrica) lo spettacolo teatrale ‘Oltre il Pont’ e Issogne organizza la pedalata della memoria (ore 10.30). Martedì 24, ancora a Champdepraz alle ore 21 in località Fabbrica, Gianpaolo Giordana presenterà il suo libro ‘Antifascisti valdostani volontari nella guerra cvile di Spagna. Sempre il 24 a Pont-Saint-Martin è in calenadrio (ore 18 auditorium) lo spettacolo ‘Suoni della libertà’ con la fanfara e il coro della scuola media Viola. Fulcro delle celebrazioni, mercoledì 25 aprile, la città di Aosta con la deposizione di una corona al monumento dei caduti di via Festaz (ore 11.15) e a seguire l’alzabandiera in Piazza Chanoux e i discorsi celebrativi del sindaco Bruno Giordano e del vicepresidente nazionale dell’Anpi Alessandro Pollio Salimbeni. Messe e discorsi anche a Fénis, Saint-Vincent, Saint-Marcel e Brissogne, Verrès e Pont-Saint-Martin. (In foto da sinistra: Guglielminotti Marino Gaiet, presidente Anpi, Donato Rosset, ex partigiano classe ’26, e Erika Guichardaz, segretario della sezione Aosta-Alta Valle).

Condividi

ULTIME NEWS