Pubblicato il

Il presidente Rollandin: La Valle d’Aosta è virtuosa

Il presidente Rollandin: La Valle d’Aosta è virtuosa

Sulla testa di ogni valdostano gravano 12 mila euro per spese di mantenimento degli organi istituzionali regionali. E’ quanto hanno riportato ieri i principali quotidiani nazionali, tra i quali Il Sole 24 Ore, che ha messo a confronto le spese delle 20 regioni italiane e delle province autonome.
A 24 ore di distanza, ecco la replica stizzita di presidente della Regione, Augusto Rollandin, e della neo presidente del Consiglio Valle, Emily Rini.
“Il voler rapportare la spesa per gli organi istituzionali con il numero degli abitanti, ci farà sempre uscire perdenti, con i nostri 127 mila abitanti, agli occhi di quanti pensano seguendo la logica dei numeri”, ricorda Emily Rini.
“Come Valle d’Aosta ci riteniamo un regione virtuosa – osserva Augusto Rollandin -. Attenti al rispetto di quel Patto di stabilità definito in primis dall’Ue e adottato poi dal governo italiano, crediamo di aver sempre concorso e di concorrere ancor di più in questo momento di particolare difficoltàdella finanza pubblica alla stabilizzazione del bilancio dello Stato”. Rollandin ricorda i numeri. Per contribuire al Fondo di perequazione, “abbiamo rinunciato al 9% del nostro bilancio regionale del 2011, mentre tale contrazione ha raggiunto pr l’anno corrente il 21,4%”.
In tema di risparmi, Rollandin ricorda come “la spesa complessiva tra il 2009 e il 2011 per il personale è stata ridotta di oltre 19 e 900 mila euro, attraverso un’operazione di contrazione del personale a tempo indeterminatoe determinato e a una riorganizzazione delle strutture organizzative che, tra l’altro, hanno portato alla riduzione di 13 posti dirigenziali”.
Gli organi d’informazione hanno anche pubblicato il dato delle “auto blu” valdostane: 150. La presidenza della Regione precisa che quella cifra “si riferisce in realtà al totale dei mezzi di servizio che compongono il parco auto dell’amministrazione regionale e che sono a disposizione del personalr che deve svolgere la propria attività in un territorio a volte difficilmente raggiungbile con i servizi pubblici. Nessuno degli amministratori valdostani ha in esclusiva un’auto e un autista”.
(l.m.)

Condividi

ULTIME NEWS