Pubblicato da Danila Chenal il

Uvp: nuovo gruppo faccia chiarezza su matrici

In aula Laurent Viérin ha detto di Ac-Sa-PnV che le matrici democristiana e socialista non hanno nulla a che vedere con quella autonomista

Uvp: nuovo gruppo faccia chiarezza su matrici

Sulla questione politica è tornato l’assessore all’Agricoltura Laurent Viérin: «La conferenza dei capigruppo avrebbe fatto bene ad autorizzare il dibattito sulla nascita del nuovo gruppo (Ac-Sa-PnV). I movimenti sono alla base della raccolta di idee. Quando non ci sono i movimenti abbiamo visto a Roma cosa accade: interessi e lobby. Semplificare il quadro è importante ma dobbiamo evitare la frammentazione, ambiguità e fare chiarezza. Dobbiamo rimettere insieme i valdostani che credono nei valori autonomisti. Abbiamo lanciato il Ressemblement.  Le matrici dovranno essere chiare rispetto agli elettori. La matrice democristiana e socialista sono diverse, con la loro dignità, ma diverse dalla matrice autonomista. Difficilmente noi saremmo compatibili nella stessa casa. Se riusciamo a superare i personalismi possiamo ancora creare qualcosa ma non obbligheremo nessuno a ripartire dalla casa autonomista che Uvp ha proposto. L’Uv ha avuto la colpa di accogliere persone che non avevano i suoi stessi valori. E’ il momento di dimostrare con chiarezza l’appartenenza ai valori autonomisti».

Ha poi parlato della manovra Viérin:  «Ringrazio i colleghi che hanno sottolineato l’importanza di tornare a investire nel settore dell’agricoltura per misure urgenti e non spot, possono rianimare il comparto agricolo. Ognuno deve dedicare le proprie risorse al settore di sua competenza: non ci sono assessorati di serie A e B. Con le risorse si potranno assumeremo 80 forestali inseriti in graduatoria, non è dare lavoro agli amici degli amici. Questa manovra tiene conto delle richieste del Consiglio Valle. Non è uno spot tornare a sostenere la zootecnia: 1.500.000 per le mostre-concorso. Il non dare il via libera alla manovra significa non dare risposte» ha puntualizzato l’assessore Viérin, intervenendo nel dibattito sulla variazione di bilancio».(danila chenal)