Pubblicato da Luca Mercanti il

Corrado Scarpa referente Turismo-Ristorazione di Confcomercio

Corrado Scarpa referente Turismo-Ristorazione di Confcomercio

Dopo 18 anni, Corrado Scarpa rientra nel mondo dell’associazionismo. E’ stato nominato referente Confcommercio Valle d’Aosta per il settore Turismo-Ristorazione dalla giunta presieduta da Graziano Dominidiato.

“Il nuovo, dinamico corso di Confcommercio VdA mi ha convinto a percorrere quest’avventura – dice il titolare della storica Osteria da Nando di via Sant’Anselmo, ad Aosta -. Per me si tratta di una nuova, entusiasmante esperienza in un settore che è comunque di mia competenza, e nel valutare iniziative al riguardo cercherò di pensare sempre e per prima al ‘cliente’, ovvero al soggetto che dovrà fruire principalmente dei servizi offertigli dai nostri associati”

Rinnovamento

Per Scarpa, “senza l’empatia necessaria verso i clienti dei bar, dei ristoranti, degli alberghi, non è possibile svolgere al meglio il compito che mi è stato affidato. L’accoglienza e la ristorazione sono per la Valle d’Aosta gli ambasciatori del turismo. Negli ultimi anni questi settori trainanti dell’economia nella nostra regione si sono alquanto rafforzati, anche per merito delle tante e importanti iniziative messe in campo da Confcommercio VdA. Occorre dunque fare tesoro di queste esperienze e andare avanti, migliorandole laddove è necessario, creando nuove opportunità”.

Il neo referente del settore turistico di Confcommercio VdA intende essere in Associazione “un punto di riferimento per gli associati, professionisti in un campo in continua ed esponenziale crescita. Dobbiamo capire che ‘il futuro è il cliente’: capirlo, accoglierlo, rendergli il miglior servizio significa renderlo anche a noi stessi”. Per raggiungere questo obiettivo Scarpa intende creare in Confcommercio VdA un comitato specifico che coinvolga tutti i settori, dalle guide turistiche, agli agronomi, all’artigianato tipico e ad ogni altra professionalità “che abbia la voglia e la capacità di portare innovazione e competenza allo scopo di fidelizzare sempre più i turisti e i visitatori alla ricettività valdostana. Cercheremo anche di coinvolgere maggiormente i giovani, responsabilizzandoli, creando opportunità per dar sfogo alla loro creatività e al loro entusiasmo. Vogliamo essere protagonisti della rinascita economica e socioculturale della Valle, e possiamo esserlo davvero”.

Chi è Corrado Scarpa

Negli anni Sessanta, all’età di 14 anni Corrado iniziò a lavorare nel ristorante di famiglia ‘Da Nando’, facendo esperienza in sala e in cucina. Nel 1980 la famiglia Scarpa decise di ristrutturare ‘Da Nando’ trasformandolo in un moderno ristorante a ‘doppia entrata’, con un ingresso da via De Tillier allestito come una ‘cantina a cielo aperto’ che in realtà altro non fu che la prima, vera enoteca aostana. Passano gli anni, Corrado Scarpa si sposa con Francesca Sergi e nasce Paolo. Corrado e la moglie Franca, intanto, sognano di gestire un ristorante con meno coperti, così da poter curare maggiormente la qualità dei cibi e il servizio. Paolo cresce e dimostra spiccate attitudini ‘generazionali’ all’arte della ristorazione. Così, affiancati dal figlio, nel 2007, a 50 anni esatti dall’apertura del locale, i coniugi Scarpa riescono nel loro intento e iniziano una nuova avventura in via Sant’Anselmo, dove ‘Da Nando’ apre i battenti nei locali che fino a oltre dieci anni prima avevano ospitato per decenni un’azienda specializzata nel- la commercializzazione del rame. “Mi piace l’idea che un locale storico si sia ‘trasferito’ tra le pareti di un’altra azienda storica, seppur di settore così diverso”, commentò con soddisfazione Corrado.

(re.newsvda.it)

Condividi

ULTIME NEWS