Pubblicato da Erika David il

Tradizioni, allo Chécrouit Prèdjì é icoutì Creméyeui

La Courmayeur Mont Blanc Funivie promuove un ciclo di appuntamenti sulla montagna e la sua identità al Plan Chécrouit

Tradizioni, allo Chécrouit Prèdjì é icoutì Creméyeui

Courmayeur, la montagna e la sua identità raccontate in patois. Grande novità di questa estate delle Courmayeur Mont Blanc Funivie è l’iniziativa Parlare e ascoltare Courmayeur. Prèdjì é icoutì Creméyeui: storie e leggende di montagna narrate in patois nella splendida cornice del Plan Chécrouit.

Dal 17 luglio al 23 agosto, ogni martedì e giovedì dalle 10.30 alle 12.30 un narratore del territorio racconterà e tramanderà una parte dell’identità alpina grazie a una fiaba, una leggenda o una storia. Naturalmente in patois, così da avvicinarsi alla lingua della gente di montagna per meglio comprenderne i valori. Dodici appuntamenti con la tradizione a 1700 metri d’altitudine per lasciarsi incantare dal suono di una lingua d’altura, che si fa veicolo di storie d’altura, di alpeggio, di bosco, ma anche di tragedie e di soccorsi, di credenze e di paure o di fratellanza, rivolte a grandi e piccini.

Il programma

Dopo il debutto di ieri, martedì 17, con La Planta de sfroous: storie del bosco e di giovani pieni di risorse che racimolavano soldi per fare festa, domani, giovedì 19 l’appuntamento, sempre alle 10.30, con Lo pilon de nò. Soccorsi e tragedie. Storia raccontata da una guida sulla tragedia del Pilon central.

Martedì 24 sarà la volta de Lo Cit Lappabora: storie di alpeggio e della dura vita dei ragazzi al servizio degli arpian al Pré de Bard. Giovedì 26 saranno svelati quegli scherzi che un tempo si facevano per passare il tempo con La Sèingooga di Prìe. Credenze e paure.

Martedì 31 Le Cristalle di Dan: storie di due fratelli in cordata per raccogliere cristalli; giovedì 2 agosto Sensa corda; discesa in doppia. Salita e discesa a mozzafiato dalle Aiguilles Rouges du Triolet, appuntamento che sarà ripetuto martedì 7 agosto. Giovedì 9 si tornerà a parlare de Le Cristalle di Dan; martedì 14 de La La Sèingooga di Prìe, il 16 agosto de Lo Cit Lappabora, martedì 21 ancora una storia raccontata da una guida sulla tragedia del Pilon central con Lo pilon de nò. Soccorsi e tragedie e giovedì 23 agosto si chiude con La Planta de sfroous: storie del bosco.

Gli impianti

Si ricorda che gli impianti per la salita a Plan Chécrouit rimangono aperti dalle 9.30 fino alle 17.50, così da poter godere interamente delle giornate estive. Il fiore all’occhiello del complesso, la piscina alpina con acqua riscaldata rimane aperta durante tutto il periodo estivo, iniziato ai primi di luglio e che si concluderà domenica 26 agosto. Gli impianti disponibili del comprensorio durante l’apertura estiva sono la telecabina Dolonne, la seggiovia Maison Vieille e la Piscina di Plan Chécrouit.

(re.newsvda.it)

Condividi