Posted on

Federconsumatori sull’Imu: «É vergognoso illudere i cittadini!»

Federconsumatori sull’Imu: «É vergognoso illudere i cittadini!»

L'associazione punta il dito contro le lettere «truffaldine» inviate alle famiglie da Silvio Berlusconi

Stanno arrivando anche alle famiglie valdostane, in questi giorni, le lettere inviate dal Popolo della Libertà e firmate da Silvio Berlusconi sul rimborso dell’Imu.
Sull’iniziativa dell’ex premier si scaglia Federconsumatori: «É vergognoso illudere i cittadini che in questi giorni chiedono assistenza per ottenere il rimborso dell’Imu a fronte di una lettera truffaldina!» si legge in una nota dell’associazione che prosegue sottolineando come ci siano state già molte richieste di chiarimenti e di assistenza sul rimborso da parte di cittadini che credono di ottenerne il rimborso. «É doloroso dovere rispondere a queste persone, che già si trovano in situazione di disagio economico, che non esiste alcuna modulistica e che si tratta semplicemente di una mossa per fini elettorali».
Federconsumatori sta vagliando, tramite la Consulta Giuridica nazionale, per valutare eventuali iniziative anche di carattere legale a tutela dei cittadini.
Di seguito il testo della lettera inviata alle famiglie da Silvio Berlusconi.
(e.d.)

«Gentile…,
come Lei sa, il nostro programma, oltre ai provvedimenti per far subito ripartire l’industria e all’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, prevede e garantisce un consistente pacchetto di riduzioni fiscali: l’abolizione dell’Imu sulla prima casa e sui terreni agricoli, la riduzione graduale sino all’eliminazione dell’Irap, nessun aumento dell’Iva, nessuna imposta patrimoniale sui risparmi.
E’ un’impostazione totalmente diversa sia da quella dei cosiddetti tecnici, responsabili degli inasprimenti fiscali dell’ultimo anno (e in particolare del vero e proprio scandalo rappresentato dalla tassazione della prima casa), sia da quella dei tassatori della sinistra, che farebbero ancora peggio, secondo la loro tradizione e il loro programma.
Tuttavia, come avrà appreso dai giornali e dalla tv, siamo determinati a cancellare subito l’Imu, nel primo Consiglio dei Ministri dopo la vittoria (esattamente come facemmo nel 2008 abolendo l’Ici sulla casa secondo quanto avevamo promesso), e restituendo immediatamente l’Imu pagata nel 2012 sulla prima casa e su terreni e fabbricati agricoli, come risarcimento per una scelta sbagliata e ingiusta dello Stato.
Dunque, anche Lei, se proprietario della prima casa oppure di terreni o fabbricati agricoli, avrà diritto ad essere rimborsato per quanto ha versato.
La restituzione avverrà, a sua scelta:
attraverso un bonifico sul suo conto corrente;
oppure a Lei personalmente agli sportelli delle Poste.
L’Amministrazione finanziaria Le invierà una lettera firmata dal nuovo Ministro dell’Economia e dello Sviluppo (cioè dal sottoscritto!): per la prima volta, ricevendo una lettera dell’Amministrazione finanziaria, Lei non avrà nulla da temere, ma potrà finalmente sorridere perché le porterà una buona notizia.
La lettera Le comunicherà infatti il Suo diritto a ricevere il rimborso e l’ammontare che Le spetta.
Subito dopo aver ricevuto la lettera, Lei potrà recarsi presso gli sportelli delle Poste Italiane a riscuotere il rimborso. Oppure, se preferirà, potrà comunicare all’Amministrazione finanziaria i Suoi estremi bancari per l’accredito sul suo conto corrente. Siamo certi che, una volta completata la fase di invio delle lettere ai soggetti interessati, il processo di pagamento possa concludersi nell’arco di un mese.
Siamo davvero orgogliosi di assumere questo impegno perché per noi “la casa è sacra” e rappresenta il pilastro su cui ogni famiglia ha il diritto di costruire la sicurezza del proprio futuro. Questa tassa inoltre, essendo una patrimoniale da pagarsi ogni anno, diminuirebbe il valore di tutti gli immobili come purtroppo è avvenuto.
Intanto ha già determinato la riduzione di più del 50% degli investimenti nelle costruzioni residenziali causando, secondo l’Associazione Nazionale Costruttori, la perdita del lavoro a 360.000 addetti, cui si aggiungono altri 190.000 lavoratori dei settori (mobili, arredi, tessuti ecc.) che dipendono dalle costruzioni.
E’ ovvio che, per evitare questo disastro serve il Suo aiuto: ogni voto conta, ogni voto è determinante, nulla deve essere disperso o sciupato. Il voto dato ai vari Fini, Casini, Monti è un voto regalato alla sinistra sul cui carro hanno già deciso di salire condividendo il programma di non abrogare l’Imu ma anche di imporre a tutti ulteriori tasse. Anche un voto dato al Movimento 5 Stelle di Grillo, che rappresenta una pur legittima protesta contro la politica e i politici (senza tuttavia aggiungere alla protesta alcuna proposta costruttiva) è pericoloso perché, guardando con attenzione le sue liste, si scopre che più dell’ottanta per cento dei suoi candidati ha già fatto politica e proviene dai circoli dell’estrema sinistra, dei centri sociali e dei No Tav.
Ci serve davvero il Suo aiuto: quello di votarci e di farci votare dai Suoi parenti, dai Suoi amici, dai Suoi conoscenti. Noi siamo davvero l’unica difesa contro l’oppressione fiscale, l’oppressione giudiziaria, l’oppressione burocratica.
Grazie per l’attenzione, grazie per la fiducia che vorrà darci.
Un saluto cordialissimo, Suo
Silvio Berlusconi»

Condividi

LAST NEWS
GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA IN VALLE D’AOSTA

GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA IN VALLE D’AOSTA


MARTEDÌ 18 GENNAIO AOSTA - Il cinéma de la Ville proietta, alle 16, 18.45 e 21.30, la pellicola...

Posted by on