Posted on

Uvp: «Per la Valle d’Aosta un futuro di dignità e libertà»

Uvp: «Per la Valle d’Aosta un futuro di dignità e libertà»

Laurent Viérin crede in una Regione che si apre all'esterno fiera delle sue radici

«Il tempo di impegnarci nella lotta è venuto per dare alla Valle d’Aosta la speranza di un futuro di dignità e di libertà». A scandire le parole è il candidato alla Camera dell’Union valdôtaine progressite Laurent Viérin nella tarda serata dal palco del salone dell’Hostellerie du Cheval Blanc di Aosta dove si è chiusa la campagna elettorale del Leone dorato tra parole, quelle di Paola Corti, musica, quella dei Trouveur valdotén e di Philippe Milleret, fattosi cantore dell’epopea vieriniana, e interventi.
Ricorda Viérin il percorso e le scelte difficili che l’hanno portato su quel palco. Non parla degli avversari e sugli attacchi personali taglia corto: «Sono dettati dall’assenza di contenuti e dalla paura di perdere posizioni acquisite». Vogliono Viérin e colleghi «una Regione che si apra all’esterno, avendo come punto di riferimento alle sue radici»; dicono no «ai vecchi metodi di fare politica, alle lobby, alle minacce, ai poteri forti e alle promesse che mortificano la dignità delle persone». «Vogliamo costruire una società più libera. Noi ci abbiamo messo la passione e la voglia di lavorare. Ora sarà la comunità a scegliere. Crediamo di aver dato un motivo di speranza, il resto arriverà», ha concluso Viérin.
(danila chenal)

Condividi

LAST NEWS