Posted on

Calcio: un eurogol di Nocciola manda al tappeto l’Alessandria

Calcio: un eurogol di Nocciola manda al tappeto l’Alessandria

L'ex di turno condanna i grigi e regala tre punti pesantissimi al Vallée d'Aoste, che aggancia il Bellaria e si porta a +4 sulla Giacomense

Il Vallée d’Aoste ritrova la vittoria dopo quaranta giorni (l’ultimo successo era arrivato il 3 febbraio al Natal Palli di Casale) e compie un gran balzo verso la salvezza. Successo meritato quello ottenuto dai granata al Cerutti di San Giusto contro un’Alessandria che in tutta la partita ha saputo costruire una sola palla gol e per giunta su palla inattiva. Il VdA, da parte sua, è partito molto attento, ma con il passare dei minuti ha preso quota, mettendo in mostra un gioco a tratti piacevole e meritando ampiamente i tre punti. Match winner, tanto per cambiare, un ex, quel Davide Nocciola che alla mezz’ora della ripresa ha scaraventato nel sette alla sinistra di Servili un pallone imprendibile che ha mandato in visibilio il clan granata. Unica nota stonata del pomeriggio, l’infortunio che a inizio ripresa ha tolto dal campo Christian Jadyi: per lui problemi a un ginocchio, si teme un lungo stop.
Per la sfida con i grigi, Carbone opta per la difesa a quattro, con Isoardi e Benedetto a fianco della coppia Emiliano-Miceli; in mezzo al campo Jadyi, Gentile e Nocciola; davanti Kanouté e Iocolano a girare attorno a Sinato. Cusatis, da parte sua, mette Roselli a fare da scudo ai quattro di difesa, con Fanucchi trequartista dietro al tandem offensivo Degano-Rossi. L’inizio di gara è di studio: all’11’ un tiro-cross di Jadyi deviato si impenna di poco sopra alla traversa, 7′ dopo un siluro di Caciagli sfiora il palo con Frattali comunque sulla palla. Il tecnico di casa inverte gli esterni e il tandem Kanouté-Isoardi a sinistra dà parecchio fastidio agli ospiti: proprio da una bella combinazione dei due arriva una bella palla al centro per Iocolano, che, però, calcia malissimo. E’ quindi Gentile ad armare il piede del numero undici, che dal cuore dell’area vede la sua conclusione deviata in extremis da Cammaroto, con la sfera che spiazza Servili, ma termina in corner. A 10′ dal riposo Mazzuoli per poco non la combina grossa, mettendo fuori causa il suo portiere con un azzardato retropassaggio, ma poi lo stesso giocatore rimedia spazzando quasi sulla linea. Al 42′ l’unico brivido vero creato dall’Alessandria: punizione di Degano dalla destra, Rossi evita la trappola del fuorigioco e colpisce da solo di testa, ma la sua inzuccata è troppo centrale e Frattali la alza senza grossi patemi oltre la traversa.
In apertura di ripresa Carbone lancia Rolando per Benedetto e riporta Isoardi a destra. Dopo 5′ si fa male Jidayi (che cade dopo un mezzo contatto con Miceli) e il suo posto in mezzo al campo viene preso da Amato. Al 10′ Degano su punizione trova di nuovo la testa di Rossi, ma la sua conclusione è velleitaria. I grigi sono sulle gambe e il VdA accelera a caccia dei tre punti. Al 19′ è Iocolano a battere un tiro da fermo per Sinato, la cui girata aerea si perde di poco sul fondo, con Emiliano che non arriva per il tap-in sul secondo palo. Kanouté a destra continua a causare disastri nella retroguardia ospite e al 29′ arriva sul fondo e centra, Servili respinge in mezzo all’area, dove Sinato, a botta sicura, trova la miracolosa opposizione di Mazzuoli che col corpo salva in corner. Sul tiro dalla bandierina il portiere grigio respinge di pugno fuori area, la sfera arriva a Nocciola, che si fa qualche metro indisturbato e dai diciotto metri lascia partire un siluro che toglie la ragnatela dal sette della porta mandrogna. Per l’Alessandria è una mazzata pazzesca e le sostituzioni di Cusatis (Ferretti e Filiciotto per Fanucchi e Rossi) non cambiano l’inerzia della sfida. Anzi, sono ancora i valligiani a sfiorare il gol con Sinato (testa di poco fuori) e Kanouté (gran discesa conclusa con un tirocross fuori misura). «Non posso che essere felice: è il mio primo gol in due anni e mezzo – ha dichiarato Davide Nocciola -. Certo che segnare una rete bella e importante è davvero una soddisfazione doppia».
Con questa vittoria il VdA sale a quota 28 agganciando il Bellaria (1-1 con il Santarcangelo, che così sale a 29) e porta a quattro i punti di vantaggio sulla Giacomense quintultima. Negli altri recuperi successi di misura di Monza (2-1 a Casale) e Renate (1-0 a Forlì).

MARCATORE: 30′ st Nocciola.
VALLÉE D’AOSTE (4-3-3): Frattali 6, Isoardi 7, Benedetto 6 (1′ st Rolando 6.5), Gentile 6.5 (37′ st De Vinceziis s.v.), Miceli 7, Emiliano 7, Jidayi 6.5 (7′ st Amato 6.5), Nocciola 7.5, Sinato 6.5, Kanouté 7, Iocolano 6.5. All.: Carbone.
ALESSANDRIA (4-3-1-2): Servili 6, Pappaianni 5.5, Mazzuoli 5.5, Roselli 6, Cammaroto 5, Barbagli 5, Bianchi 5 (20′ st Tanaglia 5), Caciagli 5.5, Rossi 5 (33′ st Filiciotto s.v.) Degano 5, Fanucchi 5 (33′ st Ferretti s.v.). All.: Cusatis.
ARBITRO: Martinelli di Roma 2; assistenti: Di Federico di Lodi e Larotonda di Collegno.
AMMONITI: Mazzuoli, Emiliano.
NOTE: pomeriggio fresco, spettatori 100 circa, recupero 1+5.
(davide pellegrino)

Condividi

LAST NEWS