Posted on

L’Esecutivo rifinanzia il Bon de chauffage 2013

L’Esecutivo rifinanzia il Bon de chauffage 2013

Sono invariate, rispetto allo scorso anno, le condizioni e i limiti di reddito per accedere alla misura di sostegno per il riscaldamento domestico

L’Esecutivo ha approvato quest’oggi i criteri e le procedure per la concessione del Bond e chauffage 2013, come misura di sostegno economico delle famiglie mediante il concorso alle spese di riscaldamento domestico.
Sono invariate, rispetto allo scorso anno, le condizioni per accedere all’aiuto e rimangono invariato i limiti di reddito imponibile.
A partire dal 2 maggio ed entro la fine di ottobre devono essere presentate o integrate le domande per le famiglie che non hanno mai usufruito del contributo le famiglie che pur avendo richiesto il contributo negli anni precedenti non ne hanno beneficiato nel 2012 e le famiglie che hanno già beneficiato del contributo ma che hanno modificato la loro situazione reddituale rispetto al requisito prescritto per il medesimo anno.
La famiglia composta da una sola persona avrà diritto a un bonus di 400 euro in caso di reddito fino a 15 mila euro e di 300 euro per reddito fino a 35 mila euro; in caso di reddito superiore, il bonus non verrà erogato.
Per le famiglie con due e tre componenti il limite di reddito complessivo è fissato in 60 mila euro e il bonus è di 400 euro. Per i nuclei di quattro componenti, il limite imponibile annuale è di 65 mila euro con un contributo di 450 euro. Le famiglie con oltre 4 componenti avranno un contributo pari a 500 euro con un reddito imponibile annuale di 70 mila euro.
Nella foto, il presidente della Regione Augusto Rollandin illustra i provvedimenti adottati stamane dalla Giunta.
(c.t.)

Condividi

LAST NEWS