Posted on

Prime scintille tra Uv-Sa per la formazione del governo

Prime scintille tra Uv-Sa per la formazione del governo

Il nodo è la ridistribuzione della deleghe in capo alla presidenza della Giunta

In serata, prima a varcare la soglia della sede dell’Union valdôtaine di avenue des Maquisards è la delegazione della Stella Alpina che, al termine di un incontro per la formazione del governo, durato poco più di un’ora e mezza, si sottrae alle domande e si defila. I sorrisi tirati fanno capire che qualche attrito con l’alleato di governo Uv c’è stato. Incalzato, il presidente dell’Edelweiss Maurizio Martin taglia corto: «E’ stato un incontro interlocutorio. Si dice così o no?». Alzato troppo la posta? Lo chiediamo al deputato Rudi Margurettaz che con aria candida risponde. «Siamo sempre stati partner corretti o no?».
Passano una decina di minuti e sulla porta si affaccia la commissione politica unionista. Qualche scintilla c’è stata? Interroghiamo. Risponde con una battuta il vicepresidente del Mouvement Ugo Voyat: «Vedete qualche graffio sulle nostre facce?». Ride e si allontana. Arriva il presidente del Leone rampante Ego Perron che diplomaticamente commenta il primo incontro serio per la formazione del nuovo governo regionale: «Per il momento lavoriamo alla costruzione del programma di legislatura nei suoi dettagli; alla ripartizione degli incarichi penseremo poi; stiamo ragionando anche alla ridistribuzione delle deleghe dell’ambiente».
L’impressione è – malgrado le aperture manifestate dallo stesso presidente della Giunta Augusto Rollandin – che il nodo da sciogliere restino le deleghe in capo alla presidenza della Giunta, la cui ridistribuzione sta al secondo posto, dopo il programma, delle priorità per la Stella Alpina.
(danila chenal)

Condividi

LAST NEWS