Posted on

Calcio: semaforo verde per il Vallée d’Aoste al Puchoz

Calcio: semaforo verde per il Vallée d’Aoste al Puchoz

La giunta comunale ha assegnato lo stadio in uso esclusivo ai granata; Filippo Filippella: «Adesso ci aspettiamo la risposta dei tifosi»; sul mercato presi Di Maira, Aldrovandi e Bosonin; si è dimesso il responsabile comunicazione Raphaël Bixhain

Il nodo stadio è finalmente risolto. Il Vallée d’Aoste giocherà le gare interne del campionato di serie D al Mario Puchoz di Aosta. Lo ha deciso la giunta comunale del capoluogo, concedendo alla società granata l’impianto in uso esclusivo. «Voglio ringraziare il sindaco Bruno Giordano, l’assessore Patrizia Carradore e tutto il personale del Comune per come hanno accelerato la pratica – ha dichiarato oggi in conferenza stampa il presidente Filippo Filippella -. Adesso non resta che attendere il via libera della Lega Nazionale Dilettanti: il Puchoz non viene più utilizzato per un campionato nazionale dal 2008, quindi dovremo richiedere l’autorizzazione a Roma e aspettare il via libera. Il calendario per fortuna ci agevola, perché esordiremo fuori casa e avremo una settimana in più per essere pronti a giocare al Puchoz già l’8 settembre contro la Lavagnese. Noi abbiamo fatto il possibile per riportare la squadra che gioca il campionato più importante nel capoluogo regionale, adesso ci aspettiamo la risposta di tifosi e appassionati». La concessione partirà dal 26 agosto ed è ipotizzabile che da quella data prenderà il via la campagna abbonamenti. Intanto, per la gara di Coppa Italia di domenica alle 16 al Comunale di St-Christophe contro l’Asti, i biglietti costeranno 10 euro (5 i ridotti). «Quello che abbiamo concluso con il Comune è un accordo innovativo – ha continuato Filippella -. La società si farà carico delle spese di ordinaria manutenzione della struttura in cambio dell’uso esclusivo della stessa, che diventerà la casa della nostra prima squadra. Lo stadio sarà a disposizione per altre manifestazioni (come ad esempio il Trofeo Topolino) nei giorni da noi non occupati, ma chi è interessato dovrà passare direttamente per l’amministrazione pubblica. Restiamo sempre in attesa di conoscere la decisione della Regione sulla possibilità di identificare il Puchoz come stadio di interesse regionale: solo in quel caso si potrà ricominciare a parlare di promozione. Intanto è uscito il bando per la gestione del Comunale di St-Christophe al quale parteciperemo, perché vogliamo che diventi la base di tutto il nostro settore giovanile».
Sul fronte squadra, si avvicina l’esordio in Coppa Italia e la rosa a disposizione di Alexandro Dossena si sta completando. «Oggi abbiamo chiuso con due ’94: l’attaccante Igor Di Maira, ex Vigor Lamezia, e il difensore Carlo Alberto Aldrovandi, ex Bogliasco – ha aggiunto il direttore sportivo Christian Filippella -. In più ha firmato il valdostano classe ’96 Gherard Bosonin, mentre a breve dovremmo chiudere con Pascale e Cordoba, ma quest’ultimo è infortunato e, quindi, non c’è fretta. Il nostro mercato è finito, al massimo potremmo ancora prendere un portiere classe ’95 e approfittare di qualche occasione che si dovesse presentare».
In coda alla conferenza stampa, il responsabile comunicazione e marketing Raphaël Bixhain (in foto a fianco del presidente) ha annunciato le sue dimissioni. Il trentenne belga, che in questi tredici mesi ha saputo farsi apprezzare dagli addetti ai lavori per la precisione e la professionalità dimostrate, non ha però svelato il reale perché dell’addio: «Diciamo che sono motivi personali, non c’è nessun problema con la società – ha spiegato – e ci tengo a ringraziare il presidente per la fiducia che mi ha accordato. Sono molto legato alla squadra e, quindi, sono tanto dispiaciuto di dovermene andare». «Per noi è una perdita – ha commentato Filippo Filippella -, ma non possiamo trattenere le persone. Raphaël è e resta un amico. Adesso ci stiamo muovendo per trovare in fretta qualcuno che lo sostituisca».
(davide pellegrino)

Condividi

LAST NEWS