Posted on

Giovedì 19 settembre in biblioteca regionale la premiazione delle Cartoniadi

Giovedì 19 settembre in biblioteca regionale la premiazione delle Cartoniadi

I primi tre enti locali in classifica si divideranno i 30 mila euro messi in palio dal COMIECO; l'assessore regionale Bianchi: «Siamo soddisfatti, l'iniziativa ha prodotto un aumento del conferimento di carta e cartone»

Saranno svelati giovedì 19 settembre i vincitori delle Cartoniadi della Valle d’Aosta. L’olimpiade regionale della raccolta differenziata di carta e cartone ha coinvolto fino a giovedì 15 agosto le 8 Comunità montane e il Comune di Aosta in un confronto a chi in un mese di gara sarebbe riuscito a ottenere il maggior incremento di raccolta rispetto allo stesso periodo del 2012. A dare il “la” all’iniziativa è stato un accordo tra l’assessorato del territorio e ambiente e il Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica (COMIECO); supporto esterno è stato garantito dai Consorzi di filiera e dell’Osservatorio Regionale sui Rifiuti (ORR).
La kermesse di chiusura è prevista per le 11.30 del 19 settembre nella sala conferenze della biblioteca regionale; oltre ai nomi dei vincitori, saranno annunciate le quantità e l’incremento di raccolta ottenuti. COMIECO ha messo in palio in totale 30 mila euro: 15 mila andranno al primo, 10 mila al secondo e 5 mila al terzo, che dovranno obbligatoriamente utilizzarli per finanziare opere, servizi o iniziative a beneficio della comunità locale.
«L’iniziativa si è conclusa registrando un aumento del conferimento di carta e cartone rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, in tutte le Comunità montane e nel Comune di Aosta – commenta l’Assessore Luca Bianchi -. Possiamo quindi essere soddisfatti del risultato complessivo ottenuto. I dati evidenziano come in alcune realtà la raccolta differenziata di carta e cartone abbia avuto una percentuale di aumento maggiore rispetto ad altre e questo, oltre a permettere di stilare la graduatoria e proclamare i vincitori della gara, ci induce a dire che sicuramente lo scopo dell’iniziativa non era di avere la lista dei buoni e dei cattivi, bensì di sensibilizzare la popolazione alla raccolta differenziata e al riciclo dei materiali cellulosici e, più in generale, alla tutela dell’ambiente. Se è vero che la priorità nella gestione dei rifiuti va data alla riduzione della produzione totale, è anche evidente che una corretta ed efficiente raccolta differenziata si inserisce quale anello importante nella filiera prodotto-rifiuto-riciclo-smaltimento finale e deve quindi essere valorizzata e promossa costantemente».
(re.newsvda.it)

Condividi

LAST NEWS