Posted on

Consiglio Valle: via libera all’archivio regionale milionario

Consiglio Valle: via libera all’archivio regionale milionario

Bocciato l'emendamento della minoranza che chiedeva di rinviare l'opera e di investire più soldi nella tutela dei beni culturali, per il diritto allo studio e per l'edilizia scolastica

Via libera alla costruzione della nuova sede degli archivi regionali all’autoporto di Pollein – ai quali nel bilancio della Regione vanno, per il 2014, 500 mila euro e un milione e mezzo per il 2016 – tra le recriminazioni delle opposizioni. Alpe, M5S, Pd-Sinistra VdA e Uvp- avevano chiesto meno soldi per il progetto e più alla tutela dei beni culturali , il diritto allo studio universitario e l’edilizia scolastica. «Gli archivi potrebbero essere inseriti all’interno della costruenda Università della Valle d’Aosta», era l’alternativa proposta dalle minoranze consiliari con la presentazione di un emendamento alla finanziaria regionale. Per la nuova sede sono già stati erogati 2.400.000 euro nel 2012 e 2013.
Ha spiegato così il no l’assessore alle Attività produttive Pierluigi Marquis: «Ho ascoltato con interesse le vostre suggestioni, ma la vostra proposta presenta dei limiti. Ci sono 17 mila quintali di carta da sistemare e non da accatastare, un materiale altamente combustibile che presenta difficoltà gestionale anche dal punto di vista della normativa antincendi senza contare i costi annuali di gestione. Per noi l’opera è prioritaria perché porta pure a risparmi».
Lapidario Roberto Cognetta (M5S): «Se dobbiamo spendere 8 milioni di euro per mettere via della carta significa che non sappiamo cosa siano i documenti elettronici». Incalza il collega Stefano Ferrero: «Pidocchiamo 300 mila euro per la tratta ferroviaria e buttiamo 8 milioni di euro per l’archivio; con questo metodo avete seccato le glorie ai valdostani. Non ci prendete tutti per merluzzi e fate sparire la somma dal bilancio». Per Raimondo Donzel (Pd-Sinistra VdA) baggianate: «Per voi prioritaria non è l’opera ma l’appalto e i soldi da dare alla società Autoporto. Noi vogliamo investire sui giovani universitari non sulla carta». Alessandro Nogara (Uvp) snocciola gli stabili di proprietà di Valle d’Aoste Structure per arrivare alla conclusione: «Facciamo slittare l’opera».
(danila chenal)

Condividi

LAST NEWS