Posted on

Rifiuti: «sì» alla raccolta dell’umido e al trattamento a freddo dell’indifferenziata

Rifiuti: «sì» alla raccolta dell’umido e al trattamento a freddo dell’indifferenziata

Il Governo regionale ha espresso i nuovi indirizzi e orientamenti in materia di gestione dei rifiuti, coerenti con il principio 'chi inquina paga'

Non c’è ancora una decisione definitiva ma da oggi, il Governo regionale ha ufficializzato i nuovi indirizzi e orientamenti per arrivare a una proposta al Consiglio regionale, per un nuovo sistema di trattamento dei rifiuti nella nostra regione.
L’Esecutivo ha dato infatti mandato all’assessore all’Ambiente Luca Bianchi di sottoporre alla Commissione consiliare i nuovi orientamenti; «si tratta di linee di carattere generale che fissano alcuni punti fermi importanti; si dovrà anche analizzare e discutere una diversa organizzazione dei servizi di raccolta e di trasporto dei rifiuti, per quanto più possibile omogenee, secondo criteri di economicità ed efficienza e che consentano un’applicazione proporzionale dei costi, coerente con il principio ‘chi inquina paga’.
Il documento che dovrà ora passare al vaglio della Commissione consiliare si fonda su tre principali indirizzi: l’incremento delle percentuali di raccolta differenziata dei rifiuti urbani attraverso la raccolta del rifiuto organico; la selezione dei rifiuti indifferenziati mediante la realizzazione di uno o più impianti per il solo trattamento a freddo; la massima riduzione possibile della quantità di rifiuto residio da destinare alla valorizzazione in impianti situati fuori Regione o nella discarica regionale, al fine di prolungarne il più possibile la durata residua.
Nella foto, l’assessore all’Ambiente Luca Bianchi.
(c.t.)

Condividi

LAST NEWS