Posted on

Nuova giunta: solo questione di spartizioni per FI e Comitato per un nuovo soggetto politico

Il coordinatore Massimo Lattanzi e il portavoce René Tonelli critici sulla soluzione dello stallo

Il coordinatore Massimo Lattanzi e il portavoce René Tonelli critici sulla soluzione dello stallo

Per il coordinatore di Forza Italia Massimo Lattanzi lo stallo politico si è sciolto nel «nome del rimpasto distributivo» e prende le distanze «da questa politica». Prosegue Lattanzi: «la maggioranza ritrova la sua apparente unità, sacrificando il giovane Joël Farcoz, ma rimangono irrisolti i veri nodi politici». Per Lattanzi alla luce della crisi economica e occupazionale che «ha fatto registrare una flessione pari al 4,2 per cento, nella nostra regione la politica sta ancora “giocando” sulla pelle dei cittadini valdostani». Si chiede il coordinatore degli azzurri «qual è il programma di lavoro alla luce dei peggiorati dati economici che delineano una Valle d’Aosta non più sostenibile con il povero bilancio regionale depredato da uno Stato assetato di risorse?» Conclude Lattanzi: «il coordinamento regionale FI-VdA ribadisce la necessità di profonde riforme strutturali e di una legge elettorale realmente maggioritaria.
Su questi temi Forza Italia Vda continuerà a sostenere le sue concrete proposte».
Non si discosta da quella di Lattanzi l’analisi del Comitato promotore per un nuovo soggetto politico. Il portavoce René Tonelli giudica la soluzione della crisi «una tra le più brutte pagine di storia politica della Valle d’Aosta scritta da maggioranza e opposizione». Sottolinea come sia «alla stregua di una somma aritmetica, in cui spostando la posizione degli addendi il risultato non cambia. L’incapacità delle forze di opposizione e dell’attuale maggioranza di trovare un’ampia convergenza su temi fondamentali per lo sviluppo ed il futuro della nostra Regione è la dimostrazione di come la crisi appaia soltanto da entrambi gli schieramenti quale espressione di capricci, malcontenti e personalismi senza contenuto». Conclude il portavoce con l’auspicio che «finalmente si mettano da parte strategie e sterili giochi di potere per tornare al più presto a parlare di contenuti, di amministrazione e di politica seria, in modo da affrontare le problematiche e le esigenze della comunità valdostana».
(d.c.)

Condividi

LAST NEWS