Posted on

Introd: l’Ente Parco compartecipa alle spese per la realizzazione di una centralina idroelettrica

Introd: l’Ente Parco compartecipa alle spese per la realizzazione di una centralina idroelettrica

L'impianto - che sfrutta l'acqua proveniente dall'acquedotto intercomunale di Introd, Valsavarenche e Villeneuve - finanziato in parte grazie ai fondi inseriti nel bando emesso in occasione del novantennale dell'area protetta

Un mezzo attraverso il quale poter rimpinguare le rispettive casse comunali che, in un periodo qual è quello attuale, stanno attraversando un periodo di sofferenza piuttosto accentuato.
Questa la ratio – da parte delle tre amministrazioni comunali interessate – alla base della realizzazione della centralina idroelettrica di Bioley, a Introd (FOTO), impianto – dal costo complessivo attorno ai 660.000 euro – inaugurato qualche giorno fa.
Nulla di strano, anche se la notizia sta nel fatto che sia stato direttamente il Parco Nazionale del Gran Paradiso a compartecipare con 146.000 euro – nell’ambito del bando emesso in occasione del novantennale dell’area protetta – alle spese di realizzazione di una struttura volta allo sfruttamento idrico.
La centralina, però, è bene ricordare che sarà a impatto zero per l’ecosistema, considerato che sfrutterà l’acqua proveniente dall’acquedotto intercomunale gestito dai comuni di Introd, Valsavarenche e Villeneuve.
«L’Ente Parco ha confermato la sua attenzione alle comunità locali, scegliendo di destinare una somma importante, nell’attuale periodo di crisi, per interventi sul territorio direttamente gestiti dagli enti locali – dichiara il presidente dell’Ente Parco, Italo Cerise -. Un territorio che chiede giustamente al Parco di farsi promotore di sviluppo e di essere capace di concorrere alla crescita sociale ed economica delle popolazioni che vivono al suo interno e nelle aree limitrofe».
Al finanziamento dell’opera, oltre al Parco Nazionale del Gran Paradiso per la quota di 146.000 euro, hanno concorso le tre amministrazioni comunali interessate dal progetto e la società Meyes Srl (società mista riconducibile per la parte privata ai Fratelli Ronc) che gestisce l’impianto.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS