Posted on

Saint-Vincent, rientrato l’allarme in collina per il maltempo

Saint-Vincent, rientrato l’allarme in collina per il maltempo

Una trentina di famiglie delle frazioni alte con il fiato sospeso domenica sera per il rischio frana

Allarme rientrato per una trentina di famiglie della collina di saint-Vincent, minacciate nelle serata di ieri e nella notte dall’ingrossarsi del torrente Grand Valley. “Per fortuna non abbiamo dovuto dare l’ordine di evacuazione – spiega il sindaco di Saint-Vincent, Adalberto Perosino -, grazie al fatto che le condizioni meteo sono leggermente migliorate nella notte e che le briglier a monte delle case hanno tenuto”.
“C’è apprensione tra noi residenti – confida Piergiorgio Cretier, capogruppo di minoranza in consiglio comunale a Saint-Vincent -; quando il materiale scende a valle il rumore è molto forte e i muri delle case tremano”.
Il Coc (centro operativo comunale) e i vigili del fuoco hanno monitorato la situazione fin dalle prime piogge di ieri e quando la situazione è peggiorata le famiglie sono state invitate a lasciare le proprie abitazione per precauzione.
“La situazione è sotto controllo – comunica il primo cittadino -. Purtroppo la briglia a monte dell’abitato di Tromen ha subito dei danni, ma le ruspe sono al lavoro per rimettere tutto a posto. Quando piove intensamente il materiale sgretolatosi a 2500 metri dello Zerbion si accumula a quota 1700-1800 creando non pochi problemi di tenuta delle briglie, le quali però, soprattutto quella più a valle ha retto perfettamente. Non so cosa succederebbe se quelle briglie non ci fossero, probabilmente assisteremmo a una nuova esondazione, come quelle del 2004 e del 2007”
Nella giornata di ieri sono stati 10 mila i metri cubi di materiale staccatosi dallo Zerbion.
(In foto il torrente Grand Valley)

Condividi

LAST NEWS