Posted on

Arrestato per due volte nell’ultimo mese, e’ rimesso in liberta’

Arrestato per due volte nell’ultimo mese, e’ rimesso in liberta’

Il marocchino Youssef Hamouche, residente ad Aosta, stamane ha patteggiato 4 mesi per l'aggressione fuori dal Pronto soccorso ad alcuni poliziotti; il 28enne era gia' stato condannato a 16 mesi il 26 settembre per un furto al Billa

Ha patteggiato 4 mesi di reclusione (pena sospesa), Youssef Hamouche, marocchino di 28 anni residente ad Aosta, arrestato ieri mattina dagli uomini della Questura di Aosta dopo aver aggredito gli agenti di una Volante intervenuti per allontanarlo dal Pronto soccorso dell’ospedale Umberto Parini di Aosta, dove – in stato di ebbrezza – si era recato per richiedere delle cure non necessarie e aver causato col suo comportamento l’interruzione dell’attività dei sanitari.
Hamouche era gia’ stato arrestato dai Carabinieri nel tardo pomeriggio del 25 settembre scorso, dopo aver rubato una bottiglia di liquore al supermercato Billa di piazza Plouves, ad Aosta (nel processo per direttissima del 26 settembre venne condannato a un anno e 4 mesi di carcere e al pagamento di 400 euro di multa).
Per quanto riguarda gli ultimi fatti a lui contestati, nel parcheggio esterno alla struttura sanitaria Hamouche avrebbe raccolto e poi puntato contro alcuni agenti un grosso pezzo di marmo.
Il 28enne già nella tarda serata di martedì era stato oggetto delle attenzioni delle forze dell’ordine, dopo che suoi comportamenti molesti causati dall’alcol erano stati segnalati nei pressi di un bar di via Monte Vodice, ad Aosta.
Portato in Questura per gli accertamenti del caso, era stata quindi chiamata l’autoambulanza del 118 in quanto l’uomo – sostenendo di non sentirsi bene – avrebbe preteso cure mediche.
Giunto al Pronto soccorso, dopo poco tempo, avrebbe dato di matto una seconda volta, circostanza che aveva indotto il personale medico e infermieristico del Parini a richiedere l’intervento della Polizia.
L’uomo, oltre a essere stato denunciato per calunnia in quanto avrebbe riferito di essere stato malmenato negli uffici della Questura, eventualità «smentita dal referto medico» precisa il commissario capo della Squadra volanti, Michele Zonno, è stato arrestato con le accuse di violenza, minacce, resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS