Posted on

Capodanno: alberghi ‘tutto esaurito’ anche se per pochi giorni

Capodanno: alberghi ‘tutto esaurito’ anche se per pochi giorni

Rimane la preoccupazione per le prenotazioni nei giorni successivi alle festività e per le settimane bianche 'frenate' dallo scarso innevamento

Una settimana fa, sembrava primavera con venti di foehn e temperature gradevoli a rendere anomale l’ultimo week-end pre natalizio. La neve è arrivata – come da previsioni, accolta da un misto di sollievo per gli operatori turistici e dal consueto fastidio di chi proprio non la sopporta.
«Il Capodanno ha sempre rappresentato un punto fermo per gli operatori del settore ricettivo – ha commentato il presidente degli Albergatori della Valle d’Aosta Alessandro Cavaliere – tant’è vero che ci presentiamo con il ‘tutto esaurito’ in pressoché tutte le località, con una crescita delle richieste negli ultimi giorni anche nelle località minori, grazie al forte sostegno del mercato straniero».
Il prodotto Valle d’Aosta ha dimostrato e sta dimostrando di essere valido e variegato, allettante rispetto ad altre località, con il sapiente mélange di cultura, arte, sport, benessere ed enogastronomia. «L’offerta pre ski e after ski non manca – spiega Cavaliere – abbiamo due stabilimenti termali, il forte di Bard, il Marché Vert Noël, il patrimonio culturale e di monumenti… tutte attrazioni in grado di rafforzare l’offerta neve e valorizzarla».
«Certo la preoccupazione per il post festività rimane, come tutti gli anni anche perchè abbiamo già notato un rallentamento preoccupante per la richiesta di settimane bianche; chi prenota per periodi così lunghi pretende una certa ‘garanzia neve’, quella che non abbiamo potuto dare sino a qualche giorno fa. Senza contare che la mancanza di neve è stata ben tamponata per gli operatori del settore ricettivo, grazie alle prenotazioni che hanno sostanzialmente tenuto ovunque proprio grazie a terme, mercatini ecc… – spiega Cavaliere – ma pensiamo con una certa apprensione a quegli operatori che lavorano con il prodotto-neve; penso ai noleggiatori di sci ed attrezzatura, a chi ha bar e ristoranti sulle piste e che invece ha patito e parecchio la totale assenza di neve. Questa ‘mancanza’ si riverbera sul proseguimento della stagione al quale è però necessario guardare con un po’ di ottimismo, sperando nella meteo favorevole e nell’arrivo dei vacanzieri.
Nella foto di Laura G.Vinaj, il Marché Vert Noël di Aosta sotto la neve.
(c.t.)

Condividi

LAST NEWS