Posted on

Animali avvelenati: dopo un cane ad Aosta, sabato è toccato a un gatto a Sarre

Animali avvelenati: dopo un cane ad Aosta, sabato è toccato a un gatto a Sarre

Crudeltà senza limiti, la rabbia dei proprietari: «La speranza è che chi si è reso responsabile di un fatto del genere, guardando la fotografia, possa avere un rimorso di coscienza»

Da regione Tzamberlet di Aosta a frazione Tissoret di Sarre. Lungo questa direttrice corre il nuovo allarme legato all’avvelenamento di animali, dopo che prima di Natale una polpetta avvelenata era stata servita a un cane nell’area dedicata ai nostri amici a quattro zampe (amici evidentemente non per tutti) ospitata all’interno dell’area verde di via Grand Eyvia, nella periferia Ovest di Aosta.
L’allarme corre lungo la direttrice Aosta-Sarre in quanto – nel pomeriggio di sabato – questa volta è stato un gatto a essere barbaramente avvelenato.
La rabbia dei proprietari: «Forse sarà un po’ cruda come immagine, ma vogliamo che chi si è reso responsabile di un fatto del genere, veda il terribile e ignobile atto che ha provocato guardando direttamente la fotografia. Chi non rispetta gli animali, non rispetta nemmeno le persone, forse nemmeno se stesso». Infine, un auspicio: «Chiunque sia stato, la speranza è che vedendo quello che ha combinato, possa almeno avere un rimorso di coscienza».
Maggiori dettagli sul numero di Gazzetta Matin in edicola lunedì 12 gennaio 2015.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS