Posted on

Donna dell’Anno, aperte le candidature per il 2015

Donna dell’Anno, aperte le candidature per il 2015

Il Premio giunge alla diciassettesima edizione; via alle candidature; cerimonia di consegna il 20 marzo ad Aosta

Torna il premio “Donna dell’Anno”. Promosso dal Consiglio regionale della Valle d’Aosta, in collaborazione con il Soroptimist anche per questa edizione numero 17 metterà al centro i diritti umani senza frontiere e ha come finalità la valorizzazione del ruolo della donna nella società, nella cultura, nel mondo del lavoro e della politica. L’anno scorso si aggiudicò il Premio Suor Anna Maria Scarzella (foto). La cerimonia di consegna del Premio è stata fissata per venerdì 20 marzo 2015 ad Aosta, al teatro Splendor di Aosta.
Le candidature, che dovranno pervenire entro il 29 gennaio 2015, possono essere presentate da componenti di tutte le assemblee legislative regionali, nazionali e internazionali, dai Soroptimist international Club, da associazioni femminili e di stampa nazionali e internazionali, ma anche da altri soggetti che ritengano di averne titolo. La scheda di candidatura è scaricabile dal sito internet del Consiglio regionale e le proposte dovranno essere inviate al seguente indirizzo: Premio internazionale “La Donna dell’Anno”, Consiglio regionale della Valle d’Aosta, piazza Deffeyes 1, 11100 Aosta, oppure mediante posta elettronica: [email protected] o via fax al (+39) 0165 526259.
Il Premio “La Donna dell’Anno” consiste in una somma in denaro pari a 30 mila euro. È poi previsto il riconoscimento “Popolarità”, del valore di 20 mila euro che sarà dato alla finalista più votata dal pubblico tramite il sito internet del Consiglio regionale (http://www.consiglio.vda.it). Nel caso coincida con il Premio “La Donna dell’Anno”, il riconoscimento “Popolarità” sarà attribuito alla seconda finalista più votata dal pubblico. Alla terza finalista verranno assegnati 10 mila euro. Tutte le somme in denaro dovranno essere destinate alle attività che hanno determinato la nomina a finaliste del Premio.
L’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Valle d’Aosta determina, inoltre, una menzione speciale ad una donna valdostana che si sia particolarmente distinta in attività mirate alla valorizzazione del ruolo della donna.
Come di consueto, il Soroptimist international Club Valle d’Aosta consegnerà un riconoscimento, pari a 2 mila 500 euro, che riveste una valenza prettamente umanitaria e sarà assegnato in armonia con le finalità e l’etica del Club stesso.
La giuria di selezione – presieduta dal Presidente dell’Assemblea regionale e composta dalle Consigliere regionali della Valle d’Aosta, da una Soroptimist, da giornalisti e rappresentanti del terzo settore – valuterà tutte le candidature pervenute e proporrà una rosa di nomi, che può variare da un minimo di otto a un massimo di dieci, alla giuria del Premio – composta da due consiglieri regionali e da personalità del mondo delle scienze, dell’economia, della comunicazione e del terzo settore – che provvederà a nominare le tre finaliste e decreterà la vincitrice.
(re.newsvda.it)

Condividi

LAST NEWS