Posted on

Scuola: sindacati in piazza: «no alla rottamazione della scuola»

Scuola: sindacati in piazza: «no alla rottamazione della scuola»

Pochi insegnanti alla manifestazione unitaria di stamattina, sabato in piazza Chanoux contro il disegno di legge 'La Buona Scuola'

Cambiare le proposte del Governo contenute nel disegno di legge ‘La Buona Scuola’. E’ la priorità per (i pochi in verità) insegnanti valdostani di ruolo e precari che alle 11, oggi, sabato 18 aprile, si sono ritrovati in piazza Chanoux a dire «no alla rottamazione della scuola».
Insieme a loro, i rappresentanti sindacali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Savt Ecole e Snals Confsal che hanno sonoramente bocciato ‘La Buona Scuola’ giudicandola «un progetto autoritario e confuso che pensa di risolvere le difficoltà del sistma affidando tanti poteri al dirigente scolastico, relegando tutte le altre componenti a semplici esecutori e mettendo in discussione il principio costituzionale della libertà di insegnamento».
Secondo le segreterie, «La Buona Scuola è un DDL devastante che stravolgerà la scuola italiana».
Tra le richieste dei sindacati, l’apertura immediata del tavolo contrattuale fermo da sette anno e un immediato piano di stabilizzazione dei docenti e del personale ata (amministrativo, tecnico e ausiliario).
Per una riforma di qualità, le segreterie hanno stilato un documento articolato in nove punti fondamentali per rilanciare e riformare la scuola di domani; si parla, tra le tante suggestioni, di assunzioni, finanziamenti al sistema di istruzione e formazione e della centralità dell’alunno del progetto educativo.
Nella foto, un momento della manifestazione in piazza di questa mattina.
Su Gazzetta Matin in edicola lunedì 20 aprile, i punti della riforma, le fotografie e i commenti.
(cinzia timpano)

Condividi

LAST NEWS