Pubblicato il

Giro della Valle d’Aosta: terza tappa funestata dalle cadute, in quattro finiscono in ospedale

Giro della Valle d’Aosta: terza tappa funestata dalle cadute, in quattro finiscono in ospedale

Dopo quello dello spagnolo Isaac Carbonell Rabat sotto St-Barthélemy, in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione, altro incidente a Challand-St-Victor che ha coinvolto il russo Artem Nych; cadute anche per un ceco e un americano

Terza tappa del 52° Giro ciclistico internazionale della Valle d’Aosta, la Courmayeur-Pont-St-Martin di 152 km vinta dal norvegese Odd Christian Eiking, funestata da alcune brutte cadute.
La prima, come anticipato nel lancio precedente, ha visto coinvolto attorno alle 15 – poco sotto lo scollinamento di St-Barthélemy a Nus – lo spagnolo del Movistar Team Ecuador, Isaac Carbonell Rabat, ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Umberto Parini di Aosta a causa del forte trauma cranico riportato dal concorrente – questa mattina al via da Courmayeur in 104ª posizione, a 26’55” dal leader, l’australiano Robert Power – nella caduta in una scarpata.
Poco dopo le 16.30, quindi, il secondo intervento dell’elisoccorso, questa volta nella discesa del Col d’Arlaz, a Challand-St-Victor, per il recupero di un secondo atleta finito per terra, il neo campione nazionale russo Under 23 Artem Nych.
Da quanto appreso, le sue condizioni paiono decisamente meno gravi rispetto a quelle di Isaac Carbonell Rabat.
Quindi, a finire in diagnostica al Pronto soccorso dell’ospedale Parini sono stati altri due atleti a loro volta caduti: si tratta di un rappresentante della Repubblica Ceca e di uno statunitense.
(pa.ba.)

Condividi

ULTIME NEWS