Posted on

Clonazione di targhe, assolto imprenditore

Domenico Pola era accusato di aver simulato la clonazione della targa per non pagare le multe

Domenico Pola era accusato di aver simulato la clonazione della targa per non pagare le multe

«Il fatto non costituisce reato», il Tribunale di Aosta si è espresso così, questa mattina, su Domenico Pola, 58 anni, imprenditore di Breuil Cervinia, accusato di aver simulato la clonazione della targa della sua auto per non pagare le contravvenzioni. La denuncia era partita dai carabinieri.
(re.newsvda.it)

Condividi

LAST NEWS
La Vita di Arnad dona la quindicesima ai 120 dipendenti
La famiglia Calliera in occasione dei 60 anni dell'azienda

La Vita di Arnad dona la quindicesima ai 120 dipendenti


Il bel gesto della famiglia Calliera accompagnato da una lettera: un bel regalo di Natale anticipato...

Posted by on