Posted on

Migranti: Saint-Marcel in subbuglio per i 17 arrivi

Migranti: Saint-Marcel in subbuglio per i 17 arrivi

La popolazione chiede garanzie e un controllo 24h su 24h

«Quello dei migranti è un business» esclama dalla platea uno dei quasi duecento cittadini convenuti nell’ex sala consiliare di località Prélaz dove, nella serata di ieri, la popolazione di Saint-Marcel ha incontrato i rappresentanti della prefettura, dell’Usl, dei carabinieri e della cooperativa Leone Rosso in merito all’arrivo di 17 migranti in località Surpian, alloggiati nel B&B Maison de Geneviève. Un altro cittadino recrimina «sui tempi lunghi dell’accoglienza, ce li terremo per anni» e alla cooperativa che ricorda «i diritti dei migranti» il pubblico ribatte «anche noi abbiamo diritti, alla sicurezza tra gli altri». Non piace il fatto che la sera i richiedenti asilo restino soli e c’è chi tira fuori pure «gli ormoni a balla, cosa dobbiamo fare? istituire il coprifuoco». Rispunta il luogo comune dei 35 euro al giorno garantiti ai migranti. «Sono 2,50 euro» sottolineano dal tavolo dei relatori. Un altro esclama: «Saint-Marcel è la banlieue: i migranti non li mandano certo a Courmayeur». Rassicurano Vitaliano Vitali della prefettura e i carabinieri: mai un crimine, mai un comportamento inadeguato fin qui. Non basta, i cittadini esigono che ci sia un ‘guardiano’ anche di notte. Servizio su Gazzetta Matin in edicola sabato 26 aprile.
(danila chenal)

Condividi

LAST NEWS
L’agosto di Etroubles si riaccende con Avant Tout Musique

L’agosto di Etroubles si riaccende con Avant Tout Musique


Il 10, 17 e 24 prosegue la kermesse musicale che si sta rivelando l'evento fiore all'occhiello...

Posted by on