Posted on

Aosta: Regione e proteste spostano il Marché

Aosta: Regione e proteste spostano il Marché

La vice sindaco Antonella Marcoz apre all'anticipo del Marché Vert Noël al 26 novembre: «Stiamo lavorando con gli uffici, ma non si tratta di una marcia indietro»

Aprirà il 26 novembre e non più il 3 dicembre il Marché Vert Noël. Dopo la presunta entrata a gamba tesa della Regione in tal senso, infatti, in consiglio comunale arriva la promessa della vice sindaco Antonella Marcoz, tirata in ballo dalle due mozioni presentate (e bocciate) come prima firmataria da Patrizia Pradelli (con Luca Lotto, Nicoletta Spelgatti, Andrea Manfrin, Carola Carpinello, Etienne Andrione, Vincenzo Caminiti, Lorsis Sartore, Giampaolo Fedi, Giuliana Lamastra) e da Alpe (Lamastra, Fedi, Sartore) per chiedere da una parte di spostare la data e dall’altra di programmare meglio di anno in anno l’evento, magari fissando un periodo che «diventi tradizionale». L’accusa neanche tanto velata, è quella che ci sia voluta la longa manus della Regione per la retromarcia. «Dopo il confronto con gli assessorati – spiega Antonella Marcoz – stiamo lavorando per modificare la data d’inizio del Marché Vert Noël, portandola al 26 novembre. Mi preme sottolineare, però, che non si tratta di una marcia indietro, ma di un venire incontro alle esigenze presentate da alcune categorie. Infatti, quest’anno è stato seguito esattamente il modus operandi seguito dal 2011, facendo cadere la data d’inizio nel weekend che precede il ponte dell’Immacolata. Visti i flussi turistici portati da questa manifestazione, abbiamo pensato di venire incontro alle esigenze. Come ben sapete, il bando è chiuso, ma stiamo lavorando per trovare un’alternativa».«Il problema come al solito è la condivisione» attaccano i consiglieri Vincenzo Caminiti e Andrea Manfrin. «Abbiamo visto tutti le delibere che fissavano il Marché – continua Lamastra -, ma la data è stata comunicata solo in seguito, scatenando proteste. Serve fissare una data: è fondamentale un avviso tempestivo per albergatori e commercianti». «Basta con le chiacchiere – attacca la pentastellata Patrizia Pradelli -. Abbiamo bisogno di fatti, seguendo quanto detto, se è vero, dalla Regione. Non mi interessa la paternità, ma solo dare voce a chi mi ha dato il mandato».Sul fissare una data apre anche Luca Zuccolotto (UV) presidente della commissione competente: «Sposo la richiesta; l’ultimo weekend di novembre potrebbe essere una scelta ottimale».(alessandro bianchet)

Condividi

LAST NEWS