Posted by on

Cogne confermata come Top 100 Green Destinations

Periodo positivo per la località riconfermata per la terza volta e nuovamente al centro del mondo dello sci nordico mondiale

Cogne confermata come Top 100 Green Destinations

 Cogne vive uno stato di grazia: dopo una stagione estiva chiusa con un bilancio positivo, il comune ai piedi del Gran Paradiso è stato riconfermato, mercoledì 27 settembre, per il terzo anno consecutivo come una delle 100 mete più sostenibili ecologicamente e più attenta al turismo responsabile. Cogne è stata scelta dall’ente olandese Green Destinations Global Top 100 non solo per la sua indiscutibile bellezza, ma anche per l’attenzione dell’amministrazione nei confronti delle tematiche ambientali. Cogne può contare sul 100% di energia rinnovabile che viene consumata in loco e esportata, il suo trasporto pubblico locale è gratuito per residenti e turisti e ha un bassissimo impatto ambientale, conta 500km di sentieri grazie al 95% della sua superficie inserita nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, ma soprattutto è un paese che punta tantissimo sul suo patrimonio immateriale, come per la Devétéya di questo fine settimana.

Il punto dell’amministrazione comunale

La conferenza stampa in apertura della tradizionale Devétéya di oggi è stata l’occasione per gli amministratori per fare il punto della situazione su ciò che sta accadendo: non solo turismo nell’agenda del comune, ma anche tanta attenzione alla cultura e alle radici del paese. La riapertura della Miniera di Costa del Pino ha infatti registrato il tutto esaurito per tutto il periodo di apertura (dal 21 agosto) e, come sottolinea il vice sindaco Carlo Perratore, «le visite proseguiranno in autunno e vogliamo guardare oltre grazie a un bando a cui il comune ha partecipato lavorando con la Regione e che potrebbe portare 1,4 milioni di euro per la creazione di un museo della rete mineraria valdostana».

«Siamo rientrati nel panorama internazionale degli sport invernali – spiega il sindaco Franco Allera -, avremo i mondiali Master di sci nordico in grado di mobilitare dai 1000 ai 1200 atleti che, per nove giorni, rimarrebbero sul nostro territorio. Oltre che un onore è un onere, ma so che la popolazione di Cogne si dimostrerà all’altezza della sfida». Il rilancio di Cogne passa anche dai social, nuovo strumento di pubblicità a costo zero, come spiega il consigliere Giuseppe Cutano: «Il lavoro che stiamo intraprendendo tramite i canali social è assolutamente a costo zero. Non vogliamo spendere soldi pubblici e il team di comunicazione è formato da amministratori e volontari che si impegnano e vogliono ottenere risultati e questi stanno arrivando. Per il contest Instagram #mycogne sono arrivate oltre 700 foto e abbiamo scelto quella di Daniele Spinelli di Milano che ha saputo racchiudere nel suo scatto l’importanza che diamo al turismo familiare, da sempre uno dei nostri punti forti».

La novità del 2017 è stato il contest Twitter che prevedeva una frase in grado di racchiudere lo spirito di Cogne, a vincerlo un ospite francese, Thierry Moreau, con la frase: «Immagina la natura, immagina la montagna, immagina la libertà, immagina la tradizione, immagina il paradiso. Apri gli occhi, è #mycogne».

In foto l’immagine di Daniele Spinelli vincitrice del contest fotografico

(alessandra borre)

 

Condividi

LAST NEWS