Posted by on

Le montagne e lo sviluppo sostenibile

Sabato 11 e lunedì 13 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale della Montagna, si discuterà di ghiacciai valdostani e sulle potenzialità del turismo montano sostenibile

Le montagne e lo sviluppo sostenibile

Si rinnova l’appuntamento annuale per celebrare la Giornata Internazionale della Montagna, fissata l’11 dicembre dall’Assemblea generale dell’ONU a partire dal 2003, con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza dell’importanza delle montagne per la salute del pianeta e per il benessere delle persone e di mettere in evidenza la varietà e la ricchezza delle culture di montagna.

Il tema suggerito quest’anno dalla FAO è il turismo sostenibile e vuole mettere in evidenza le potenzialità del turismo montano sostenibile, nel creare nuovi e ulteriori mezzi di sussistenza. Da molti anni, la Valle d’Aosta partecipa alle celebrazioni attraverso l’organizzazione di eventi, con l’obiettivo principale di sensibilizzare i cittadini valdostani sulla centralità che riveste il tema della montanità in ogni settore tra cui quelli economico, sociale e culturale.

Il programma

Sarà il Forte di Bard ad ospitare la celebrazione della Regione autonoma Valle d’Aosta per il 2021: dopo un primo appuntamento previsto per la giornata di sabato 11 dicembre,  focalizzato sul tema dei “Ghiacciai Valdostani” e organizzato da Associazione Forte di Bard, Regione autonoma Valle d’Aosta e Fondazione Montagna sicura, lunedì 13 dicembre, si svolgerà una tavola rotonda – organizzata dall’Ufficio di rappresentanza a Bruxelles, con la collaborazione di Europe Direct Vallée d’Aoste, del Dipartimento politiche strutturali e affari europei –  intitolata “Le montagne e lo sviluppo sostenibile” e moderata dall’Assessore regionale all’istruzione, università, politiche giovanili, affari europei e partecipate, Luciano Caveri, che dialogherà, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, con alcuni ospiti che vivono ogni giorno la montagna da punti di vista diversi e qualificati, per un confronto sulle prospettive di crescita sostenibile dei territori montani e un’analisi dell’evoluzione dei diversi settori coinvolti.

La tavola rotonda

Saranno, infatti, Valeria Ghezzi, Presidente dell’Associazione nazionale Esercenti funiviari, Luisa Vuillermoz, direttrice di Fondation Grand Paradis, Fabrice Pannekoucke, Conseiller délégué aux espaces valléens de la Région Auvergne-Rhône-Alpes, Mariano Allocco, intellettuale occitano, Alberto Faustini, Direttore dei quotidiani Alto Adige e L’Adige di Trento, e Don Paolo Papone, gli ospiti chiamati a dialogare e a proporre il loro personale contributo sul tema.

L’incontro sarà introdotto da un breve videomessaggio del Presidente del Comitato europeo delle regioni, Apostolos Tzitzikostas. “La montagna con la sua ricchezza di specie e di valenze, anche culturali e simboliche, – spiega l’Assessore Luciano Caveri – può rappresentare un punto di partenza per ripensare un modello globale di sviluppo sostenibile innovativo. L’attuale contesto di difficoltà conseguenti all’emergenza sanitaria può rappresentare un momento di riflessione e di dibattito per approfondire quali scenari si stanno prospettando ai territori di montagna e per trovare stimoli per ripensare un modello globale e innovativo di sviluppo sostenibile.”

Come partecipare

Per partecipare è richiesta l’iscrizione ai seguenti recapiti:

(L’evento rispetta le vigenti normative anti Covid-19)

Condividi

LAST NEWS