Posted by on

Cogne Acciai Speciali: closing ufficiale, a Walsin Lihwa Corporation il 70% delle quote

Definita l'acquisizione dell'acciaieria valdostana. Presidente sarà Yu-Lon Chiao. Giuseppe Marzorati presidente onorario

Cogne Acciai Speciali: closing ufficiale, a Walsin Lihwa Corporation il 70% delle quote
L'ingresso della Cogne Acciai Speciali

Il closing è arrivato. E con esso l’ufficialità sull’acquisizione del 70% della Cogne Acciai Speciali da parte della Walsin Lihwa Corporation.

Il closing

L’ultimo passo verso il passaggio di consegne dell’acciaieria aostana è avvenuto mercoledì mattina, dopo le autorizzazioni di tutte le autorità competenti, che hanno dato il via libera a Walsin Lihwa Corporation per divenire azionista di maggioranza della Cogne Acciai Speciali.

La famiglia Marzorati, invece, rimarrà azionista di lungo termine con una quota del 30%.

L’operazione

La notizia è stata diffusa da una nota della stessa Cogne Acciai Speciali, che parla della nascita del «più grande produttore mondiale di prodotti lunghi speciali inossidabili», segnando una sorta di passaggio storico per l’acciaieria rossonera.

Per effetto del passaggio di consegne, dal 1° dicembre, Yu-Lon Chiao sarà il nuovo presidente di Cogne Acciai Speciali, mentre a Giuseppe Marzorati è stata conferita la presidenza onoraria.

Amministratore delegato della società è Massimiliano Burelli, nominato con lo scopo di gestire un’integrazione di successo e di attuare il piano di sviluppo, così da «favorire ulteriormente la crescita» dell’azienda.

Il neo presidente

È raggiante il neo presidente, Yu-Lon Chiao.

«Sono molto soddisfatto di aver finalizzato questa operazione, in quanto Cogne è un’azienda estremamente ben gestita, che sarà pienamente sinergica e creatrice di valore all’interno dei due gruppi – spiega Chiao -. Sono inoltre lieto di portare a bordo Massimiliano Burelli, che condividerà con tutto il nostro team la sua lunga esperienza di successo nel settore industriale e siderurgico. Cogne si avvale di un eccellente team di gestione e dispone di tecnologie e prodotti molto apprezzati. Questi sono i punti di forza nella strategia intercontinentale, che offrirà enormi opportunità di business e di sviluppo nel lungo periodo».
(al.bi.)

Condividi

LAST NEWS