Pubblicato il

Incidente Sarre: la moto di Ivan Soni non era assicurata

Clamorosi sviluppi nell'inchiesta sull'incidente che è costato la vita al piccolo Pietro De Fazio

Clamorosi sviluppi nell'inchiesta sull'incidente che è costato la vita al piccolo Pietro De Fazio

Nuovi clamorosi sviluppi emergono dalle indagini seguite al disastroso incidente dello scorso 17 maggio, avvenuto sulla SS26 a Sarre, nel quale persero la vita il piccolo Pietro De Fazio, 20 mesi di Sarre, e Ivan Soni, 23 anni di Introd. Secondo quanto riporta l’edizione odierna di un quotidiano aostano, l’Aprilia 1000 su cui viaggiava Soni, a una velocità superiore ai 160 chilometri orari, non era intestata a lui, ma al padre Mario e alla madre Santa Cuevas e, per di più, non era assicurata. La cosa potrebbe cambiare non poco le carte in tavola, in una vicenda che, lo ricordiamo, aveva visto la moto guidata da Soni schiantarsi, alle 3 del mattino, contro la Citroën Picasso condotta da Marco De Fazio, padre del piccolo Pietro, seduto sul seggiolino e con le cinture allacciate.
(re.newsvda.it)

Condividi

ULTIME NEWS