Posted on

Un anno in carcere ingiustamente, ora chiederanno i danni allo Stato

Un anno in carcere ingiustamente, ora chiederanno i danni allo Stato

L'incredibile storia di tre parenti che, a causa di una bravata, hanno perso lavoro, casa e conosciuto l'esperienza del carcere; adesso la sentenza definitiva ha sancito che non avrebbero dovuto fare nemmeno un giorno di galera

Una bravata costata cara e che ha letteralmente rovinato la vita a tre persone, residenti rispettivamente a Châtillon, St-Vincent e Jovençan. Uno dei tre – nella notte tra il 2 e 3 luglio del 2010 – scagliò un vaso di fiori contro la porta finestra di un bagno nei pressi della stazione di servizio Tamoil di Pont-St-Martin. Individuati, vennero processati per direttissima con l’accusa di tentato furto. Tra tutti e tre hanno trascorso in carcere un anno. Ma oggi la sentenza definitiva dice che si trattò di semplice danneggiamento, quindi i tre non avrebbero dovuto farsi nemmeno un giorno di galera. Adesso chiedono giustizia, anche perché a causa di questo episodio hanno perso il lavoro e la casa. Faranno causa allo Stato per ingiusta detenzione.
Maggiori dettagli in merito a questa incredibile vicenda sul numero di Gazzetta Matin in edicola lunedì 15 aprile 2013.
(patrick barmasse)

Condividi

LAST NEWS