Pubblicato il

Atletica leggera: il sogno iridato di Eleonora Marchiando svanisce in batteria

Atletica leggera: il sogno iridato di Eleonora Marchiando svanisce in batteria

Sui 400 metri di Donetsk, la velocista dell'Atletica Sandro Calvesi si ferma a 68 centesimi di secondo dall'ultimo posto utile alla qualificazione alle semifinali

E’ svanito nelle batterie di qualificazione alle semifinali, il sogno iridato dell’Allieva dell’Atletica Sandro Calvesi, Eleonora Marchiando (FOTO), che questa mattina sulla pista dell’Olimpiyskyi Stadium di Donetsk, in Ucraina, si è piazzata al 5° posto della seria vinta in 55″18 dalla nigeriana Edidiong Ofonime Odiong. La velocista aostana – presentatasi ai blocchi di partenza con la divisa azzurra della nazionale italiana diretta dal grande Stefano Baldini – ha corso i 400 metri in 57″48, riscontro cronometrico di 80 centesimi di secondo superiore al 56″68 (suo primato personale sul cosiddetto ‘giro della morte’) siglato a fine giugno nei ‘trials’ federali di Orvieto.
Un’esperienza comunque unica, quella vissuta dalla Marchiando, con l’ultimo posto disponibile alla qualificazione – quello conquistato dalla canadese Mariam Abdul-Rashid – rimasto distante 68 centesimi. Insomma, se avesse eguagliato il suo ‘personal best’ sulla distanza, la portacolori dell’Atletica Sandro Calvesi si sarebbe qualificata (con margine) alle semifinali iridate.
Con i se e con i ma, però, l’atletica leggera va poco d’accordo.
(patrick barmasse)

Condividi

ULTIME NEWS