Posted on

Giunta regionale: la riprogrammazione dei fondi europei porta a 51 milioni le risorse per i treni bimodali

Giunta regionale: la riprogrammazione dei fondi europei porta a 51 milioni le risorse per i treni bimodali

Il presidente della Regione Rollandin si è detto stupito per la decisione del Ministero dei Trasporti di bloccare l'assegnazione dell'Aosta-Roma alla elvetica Darwin Airline

Riallocare le risorse originariamente destinate agli interventi infrastrutturali sulle linee ferroviarie Aosta-Chivasso e Aosta-Pré Saint Didier per finanziare l’acquisto di treni bimodali a trazione diesel-elettrica e realizzare il fascicolo sanitario elettronico. Con questi obiettivi, la Giunta ha approvato la proposta di deliberazione al Consiglio per riprogrammare il programma attuativo regionale dei fondi PAR FAS 2007/2013, finanziato per il Fondo per lo sviluppo e coesione (ex Fondo aree sottoutilizzate). «La riprogrammazione del programma renderà disponibili per l’acquisto dei treni bimodali 23,65 milioni di euro ai quali si aggiungeranno 27 milioni a valere sul Fondo previsto dal Decreto del Fare per la realizzazione di interventi per il collegamento funzionale tra la regione Piemonte e la Valle d’Aosta. L’ammontare complessivo delle risorse da destinare all’intervento è di quasi 51 milioni di euro».
In attesa che sia formalizzato il decreto interministeriale in applicato del Decreto del Fare, la struttura regionale sta predisponendo la documentazione necessaria per avviare la gara a evidenza pubblica per l’acquisto dei treni bimodali.
«Per il momento sono 5, ma potrebbero diventare 6 – ha precisato Rollandin – in caso di ribasso e di risorse aggiuntive sufficienti».
Fascicolo sanitario elettronico
Alla realizzazione del Fascicolo sanitario elettronico sono stati destinati 1,2 milioni di euro; il fascicolo è in pratica un archivio informatico evoluto che consente l’informatizzazione del processo di raccolta e gestione di tutte le informazioni cliniche che possono essere prodotte durante la vita di una persona, a prescindere dalla struttura sanitaria dove sono state generate.
Volo Aosta-Roma Fiumicino.
Stupore. Il presidente della Regione Augusto Rollandin si è detto stupito per la decisione del Ministero dei Traporti di bloccare l’attivazione della tratta Aosta-Roma Fiumicino del vettore Darwin Airline il cui primo volo avrebbe dovuto decollare lunedì 30 settembre dall’aeroporto Corrado Gex. Il Ministero contesta la legittimità dell’affidamento considerato che ad aggiudicarsi il bando è stato il vettore che ha sede al Lugano Airport, in Svizzera. «Non comprendiamo queste ragioni – ha spiegato Rollandin – lo stesso vettore opera sulla tratta Bolzano-Roma e mi pare che Bolzano sia ancora in Italia, mica in Austria. Non capiamo perchè questa differenza. Il bando è stato preparato dall’Enac, se ci fosse stata qualche condizione di esclusione avrebbe dovuto essere pensata ed espressa in sede di bando, non dopo. Ci siamo già attivati per sbloccare la situazione quanto prima».
Nel frattempo la Darwin Airline ha comunicato che rimborserà il costo dei biglietti e ha fatto sapere di dover «attendere la pronuncia della Commissione Europea sulla compatibilità dell’aiuto di Stato che si è venuto a configurare a seguito dell’aggiudicazione della tratta in presenza di una sola offerta valida, prima di procedere alla concessione della tratta in argomento».
Rollandin ha infine annunciato la partecipazione della nostra regione alle Giornate della Pace.
Nella foto, il presidente della Regione Augusto Rollandin.
(cinzia timpano)

Condividi

LAST NEWS