Posted on

Il Difensore Civico componente dell’Istituto Italiano dell’Ombudsman

Il Difensore Civico componente dell’Istituto Italiano dell’Ombudsman

Enrico Formento Dojot: «una buona occasione di confronto che arricchirà di preziose conoscenza la Difesa civica valdostana»

Il Difensore Civico della Valle d’Aosta Enrico Formento Dojot è stato nominato lunedì, nella Capitale – nel corso di una riunione del Coordinamento nazionale dei Difensori civici delle Regioni e Province autonome – componente del Consiglio direttivo dell’Istituto Italiano dell’Ombudsman, l’organismo fondato nel giugno 2010 e che ha sede al Centro interdipartimentale sui diritti della persona e dei popoli dell’Università di Padova. Si tratta di un istituto che promuove studi e iniziative sulla Difesa civica e sui diritti umani, anche in collaborazione con istituzioni nazionali, europee e internazionali; «sarà un’ottima occasione di confronto che arricchirà di preziose conoscenze la Difesa civica valdostana» – ha commentato Enrico Formento Dojot.
«Il Coordinamento ha poi ricevuto la visita di Igli Totozani, Avvocato del Popolo dell’Albania, equivalente nel nostro ordinamento del Difensore civico – aggiunge Formento Dojot – che ha illustrato le funzioni e l’attività del suo Ufficio. Durante l’incontro, è emerso come in Albania la Difesa civica sia prevista nella Carta costituzionale, con la prerogativa, in capo all’Avvocato del Popolo, di ricorrere alla Corte costituzionale. L’Avvocato del Popolo si occupa, oltre che di questioni di legittimità dell’azione amministrativa, anche di diritti umani, nel senso della loro promozione e difesa, di diritto all’informazione e svolge, altresì, il ruolo di Garante dei detenuti».
Nella foto, il difensore civico della Valle d’Aosta Enrico Formento Dojot.
(re.newsvda.it)

Condividi

LAST NEWS