Posted on

Minaccia un giovane della bassa Valle: arrestato a Pont per estorsione un 46enne tunisino

L'uomo, un ambulante con precedenti penali, ha avvicinato il ragazzo giovedì sera intimandogli di consegnarli tremila euro la mattina successiva, ma all'atto della consegna è stato catturato dai Carabinieri di Donnas

L'uomo, un ambulante con precedenti penali, ha avvicinato il ragazzo giovedì sera intimandogli di consegnarli tremila euro la mattina successiva, ma all'atto della consegna è stato catturato dai Carabinieri di Donnas

Un 46enne ambulante tunisino residente a Pont-St-Martin, Moncef Meijri (foto), è stato arrestato in flagranza di reato ieri mattina dai Carabinieri di Donnas per estorsione. L’uomo, un pregiudicato che dieci anni fa a Verona aveva commesso il medesimo reato, giovedì sera aveva avvicinato un 27enne barista residente in un comune della bassa Valle che conosceva di vista, minacciando di fare del male a lui o alla sua famiglia se il giovane il giorno successivo non gli avesse consegnato tremila euro in contanti. «Il ragazzo, che è di buona famiglia, ci ha immediatamente telefonato in preda al panico – ha spiegato il Capitano Enzo Molinari, comandante della Compagnia di Châtillon St-Vincent -. Gli uomini della stazione di Donnas hanno svolto gli accertamenti del caso e il mattino dopo si sono appostati nel piazzale di un supermercato di Pont-St-Martin dove avrebbe dovuto essere effettuata la consegna. Nel momento in cui il giovane ha passato la busta al suo estorsore, i militari sono intervenuti e lo hanno arrestato. Il provvedimento, firmato dal sostituto procuratore Pasquale Longarini, è stato convalidato dal giudice e all’uomo sono stati concessi i domiciliari. Da questa brutta storia voglio evidenziare il coraggio del ragazzo, che ci ha avvisati, permettendoci di assicurare alla giustizia l’autore del reato».
(re.newsvda.it)

Condividi

LAST NEWS