Posted on

Inchiesta: primi indagati per la variante della strada statale 27

Inchiesta: primi indagati per la variante della strada statale 27

Sotto la lente i lavori della galleria del II lotto, che avrebbero provocato la frana di La Collère, a Etroubles; l'intervento venne autorizzato nel 2010 in deroga ai vincoli urbanistici e di pianificazione territoriale

Prime iscrizioni sul registro degli indagati, quelle effettuate nelle settimane scorse dalla Procura della Repubblica di Aosta in relazione all’inchiesta aperta sui lavori di realizzazione della variante della strada statale 27 tra Etroubles e St-Oyen, più precisamente nell’ambito del II lotto di intervento per la costruzione di una galleria con successivo raccordo – per il tramite di un breve tratto di viadotto – alla strada statale 27 attuale.
Al centro dell’inchiesta, il cui fascicolo è stato aperto a seguito dell’analisi delle risultanze emerse dalla relazione prodotta alla fine del 2013 dall’Ufficio di vigilanza ambientale della Forestale, ci sarebbero le cause alla base dei cedimenti del terreno che ormai da un anno costringono fuori dalle proprie abitazioni i residenti di frazione La Collère, a Etroubles, villaggio nei pressi del quale è tuttora attiva una frana che incombe sulla destra orografica del torrente Menouve.
Nella foto l’imbocco lato sud della galleria della variante della strada statale 27.
Maggiori dettagli in merito sul numero di Gazzetta Matin in edicola lunedì 14 aprile 2014.
(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS