Pubblicato il

Unioni Civili: Vescovo di Aosta, «sì ma non siano equiparate al matrimonio»

Unioni Civili: Vescovo di Aosta, «sì ma non siano equiparate al matrimonio»

Monsignor Franco Lovignana: «la Chiesa difende il matrimonio tra uomo e donna in vista di una famiglia, non un contratto privato tra due persone»

La posizione della Chiesa valdostana è quella della Chiesa ed è nota. Riteniamo importante che non vi sia equiparazione tra le unioni civili e il matrimonio». Lo ha detto il Vescovo di Aosta Monsignor Franco Lovignana in occasione della presentazione della Lettera Pastorale e degli Orientamenti Pastorali presentati in tarda mattinata al salone del Palazzo Vescovile.
«Se alle coppie diverse da uomo e donna vengono riconosciuti certi diritti, non credo che la Chiesa abbia niente da ridire – prosegue Monsignor Lovignana – a patto che non venga usato questo istituto per coprire altre situazioni. Non voglio ingenerare offese verso nessuno, dico solo che la Chiesa difende il matrimonio, non il solo matrimonio cattolico, ma l’unione tra uomo e donna, in vista della creazione di una famiglia naturale e non il contratto privato tra due persone».
Nella foto, Monsignor Franco Lovignana.
(c.t.)

Condividi

ULTIME NEWS