Posted on

Solidarietà: con Farmpop si recuperano i farmaci

Solidarietà: con Farmpop si recuperano i farmaci

Un progetto anti spreco che coinvolge i medici di medicina generale, la Caritar e il mondo del volotnariato

Si chiama Farmpop ed è il progetto di recupero e riutilizzo di farmaci e presidi quali carrozzelle o passeggini, busti e altri ausili attivo anche nella nostra regione grazie all’intesa tra i medici di medicina generale, i volontari che collaborano con la Caritas diocesana e l’ong Fihavanana, l’associazione valdostana di solidarietà e di fratellanza del Madagascar di Pont-Saint-Martin. I farmaci potranno trasformarsi in un aiuto umanitario soltanto se NON SCADUTI e dovranno essere portati negli appositi contenitori negli ambulatori dei medici di medicina genrale. I presidi e i beni più voluminosi come passeggini, carrozzelle, pannoloni, busti ecc… potranno essere ritirati gratuitamente a domicilio o portati nei putni di raccolta. I farmaci e beni raccolti saranno riutilizzati e devoluti gratuitamente a persone bisognose o strutture di accoglienza, sia sul territorio nazioanle che in Paesi a basse risorse.La società Autoporto mette a disposizione un locale per lo stoccaggio dei farmaci che l’Opera San Martino di Torino catalogherà e distribuirà. Oltre che un progetto umanitario di solidarietà, Farmpop è mirato anche alla riduzione degli sprechi e alla riduzione dei rifiuti speciali, il cui smaltimento è particolarmente oneroso per la comunità.Per informazioni e per il ritiro degli ausili ingombranti è possibile contattare il referente del progetto, il dottor Marco Sarboraria, 333-6372765, oppure scrivere una mail a [email protected]. (c.t.)

Condividi

LAST NEWS