Posted on

Festa Valle d’Aosta: appello all’unità «per il bene dei valdostani»

Festa Valle d’Aosta: appello all’unità «per il bene dei valdostani»

Consegnate le onorificenze di Chevalier de l'Autonomie e Amis de la Vallée d'Aoste; tra i temi ricordati, l'autonomia, l'importanza degli enti locali e l'Europa dei popoli

Giunge in quello che, tra inchieste giudiziarie e irrisolta crisi politica, sembra uno degli anni più turbolenti per la Valle d’Aosta il 71° anniversario dell’Autonomia, festeggiato domenica scorsa nella sala Maria Ida Viglino di Palazzo Regionale. Protagonisti della celebrazione i nuovi Chevalier, Sergio Pellissier, calciatore professionista del Chievo Verona, e Germano Henriet, imprenditore di lungo corso, oltre che gli “Ami de la Vallée” Daria Bignardi, direttrice del Tg3, e Marco Magnifico, vicepresidente esecutivo del Fai. Al centro degli interventi delle autorità, però, è emerso con forza il comune appello all’unità politica, vero trait d’union nei discorsi del Presidente della Regione Augusto Rollandin, del Presidente del Consiglio Andrea Rosset e del Presidente del Conseil permanent des Collectivités locales Franco Manes.Su Gazzetta Matin in edicola lunedì 27 febbraio, la cronaca della cerimonia e le interviste a Germano Henriet e Marco Magnifico. Il neo Chevalier de l’Autonomie Sergio Pellissier era assente perchè impegnato nel match casalingo contro il Pescara al Bentegodi di Verona; Daria Bignardi, neo amie de la Vallée d’Aoste era in Canada.Nella foto, da sinistra Andrea Rosset, Marco Magnifico, Augusto Rollandin, Germano Henriet e Franco Manes.(re.newsvda.it)

 

Condividi

LAST NEWS