Posted on

Truffa: chiesto rinvio a giudizio manager in pectore Casinò

Truffa: chiesto rinvio a giudizio manager in pectore Casinò

Chiamati a comparire nell'udienza preliminare in Tribunale ad Aosta il commercialista Corrado Ferriani, il manager Guido Zampieri e l'imprenditore Mario Ronc; la vicenda riguarda la cessione di quote della società Valpetroli; la difesa: «Accuse infondate»

Avrebbero posto in essere «artifizi e raggiri» a danno di colui che stava loro vendendo delle quote nell’ambito di un’operazione – risalente agli anni 2013-2014 – dal valore di alcune centinaia di migliaia di euro.Con l’accusa di truffa, la Procura della Repubblica di Aosta ha chiesto il rinvio a giudizio del commercialista Corrado Ferriani, del manager Guido Zampieri e dell’imprenditore Mario Ronc.Le contestazioni sono maturate nell’ambito della vicenda – sulla quale a indagare sono stati gli uomini del Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Aosta – che ha riguardato la cessione del 50% delle quote della Valpetroli, società di distribuzione di carburanti e che ha in gestione alcune stazioni di servizio sul territorio regionale, in via Roma ad Aosta e a Morgex.Secondo l’accusa, che nell’udienza preliminare del 27 aprile sarà rappresentata direttamente dal nuovo procuratore capo facente funzioni di Aosta, Giancarlo Avenati Bassi, al venditore – il socio Gioacchino Cacciatore – fu mostrato un bilancio che avrebbe dato un risultato diverso rispetto a quello portato in assemblea, così da spingerlo a vendere le proprie quote a Mario Ronc, che deteneva già il restante 50% della società Valpetroli.Bilancio che sarebbe stato «ideato e realizzato» – sempre secondo la Procura della Repubblica di Aosta – dallo stesso Ronc in concorso con Guido Zampieri e Corrado Ferriani, quest’ultimo – tra l’altro – uno dei manager in pectore della Saint-Vincent Resort & Casinò.La posizione della difesa«Questo procedimento è nato da una querela di un socio della Valpetroli, riteniamo che si tratti di una querela strumentale e del tutto infondata, sia in fatto sia in diritto», dichiara l’avvocato Jacques Fosson del foro di Aosta, legale di tutti e tre gli indagati, che aggiunge: «Riteniamo che questa vicenda non arriverà mai a processo, dimostreremo l’infondatezza delle accuse facendo valere la verità e le nostre ragioni».Quindi, il legale conclude sibillino: «E’ singolare che questa notizia sia stata diffusa il giorno prima della probabile nomina di Ferriani nell’amministrazione del Casinò. Inoltre Corrado Ferriani è uno dei massimi esperti di redazione di bilanci a livello nazionale».(pa.ba.)

Condividi

LAST NEWS