Pubblicato da Danila Chenal il

Aosta, riapre Jardin Alpin, il giardino alpino nel cuore della città

L'inaugurazione di uno scorcio delle Alpi proiettato in città è per il 28 luglio

Aosta, riapre Jardin Alpin, il giardino alpino nel cuore della città

 Jardin Alpin, il giardino alpino allestito su piazza Narbonne nel cuore di Aosta, apre i battenti sabato 28 luglio per chiuderli il 2 settembre. Quest’anno è stato studiato uno spazio a misura di bambini e famiglie «con l’obiettivo di raccontare ai più piccoli le emozioni che la natura offre in Valle d’Aosta» ha sottolineato l’assessore all’Agricoltura Elso Gerandin, presentando l’iniziativa. «Crediamo sia importante fare apprezzare il territorio nel quale viviamo così come le diverse attività dell’uomo a sua difesa, salvaguardia e valorizzazione» ha aggiunto l’assessore.

Per il dirigente Paolo Oreiller del dipartimento Flora, Fauna, Caccia e Pesca «i turisti, e non solo, potranno ammirare uno scorcio delle nostre Alpi in città».  A corollario dell’allestimento saranno proposti alcuni laboratori. Il primo è in calendario martedì 31 luglio alle 17 e alle 18 dal tema ‘Colori, odori e forme: impariamo a conoscere le piante officinali”. Con cadenza bisettimanale gli atelier sono in programma tutti i martedì e venerdì di agosto.

Il bosco

Il pubblico sarà guidato alla scoperta di alcune delle specie vegetative caratterizzanti il territorio; di alcune di esse potrà scoprirne l’essenza di altre, invece, la lavorazione per ottenere oggetti o sculture lignee di altre ancora, infine, le singole peculiarità. Tutte le piante utilizzate provengono dal Vivaio regionale Abbé Henry e per fini conservativi sono collocate in vaso e irrigate automaticamente con impianto creato ad hoc.

La fauna

passeggiando nell’allestimento si potrà conoscere la fauna della Valle d’Aosta, unica nella sua eterogeneità, con un’attenzione particolare alla fauna alpina ma anche agli animali da cortile per i quali sono previsti appositi tatà cavalcabili a misura di bambino.I giardini e la flora alpina: per svelare il patrimonio floristico e naturalistico tutelato per la sua specificità.

Le piante officinali e l’orto ornamentale

Dalla radicata cultura e tradizione valdostana legata alle piante officinali, i segreti e i benefici di numerose erbe, dalle più conosciute a quelle meno popolari i cui prodotti sono tuttora utilizzati come anciens remèdes. Un’attenzione, inoltre, sarà riservata al Jardin potager e alle piante da orto. Le piante utilizzate provengono dal Centro agricolo dimostrativo di Saint-Marcel.

Le colture foraggere e l’attività dell’uomo nella ruralità

L’importanza della figura dell’uomo in un contesto alpino nel quale la cura dello stesso attraverso le attività agricole quali ad esempio l’irrigazione, la manutenzione dei rû e la gestione dei pascoli ad altitudini diverse è risultato essere di fondamentale importanza per il mantenimento del territorio ma anche e soprattutto per la gestione delle imprese agricole e la produzione dei prodotti di qualità. Nell’allestimento sono presenti attrezzi della tradizione.

Il verde pubblico

All’interno di Jardin Alpin verranno proposte alcune attività laboratoriali didattiche e di divulgazione rivolte ai bambini dai 6 ai 12 anni, curati dall’ Assessorato in collaborazione con la Fondation Grand Paradis, il Museo dell’Artigianato Valdostano (Mav), il Parco naturale Mont Avic e il Parco Nazionale Gran Paradiso. L’ingresso all’area di Jardin Alpin è libero.
(d.c.)

Condividi

ULTIME NEWS