Posted on

25 aprile: ecco dove festeggiare la Liberazione

25 aprile: ecco dove festeggiare la Liberazione

Numerosi gli appuntamenti organizzati dall'Anpi per ricordare l'importante anniversario

Riflessione, ma non solo, spazio anche alla cultura e alle iniziative sportive negli appuntamenti organizzati dal comitato valdostano dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia per la Festa della Liberazione.
«Il 25 aprile cade in un momento di gravissima crisi e speriamo che questa Festa, celebrata in tantissimi comuni della Valle d’Aosta, rimetta in moto la speranza nel solco delle sue radici autentiche: Antifascismo e Resistenza» auspica l’Anpi VdA.

Gli appuntamenti
COURMAYEUR. La Resistenza non è da rammentare né da commemorare, è presente e viva, secondo il Centro Detto Dalmastro per lo studio dei Movimenti di Liberazione che insieme al comune di Courmayeur , alla biblioteca e al Centro studi Alessandro Milano organizza per giovedì la cerimonia ufficiale al monumento alla Liberazione (ore 10.30).
MONTJOVET. Mercoledì 24 aprile, all’area sportiva di località Berriat, a Montjovet, alle ore21 presentazione, in anteprima, della pubblicazione curata da Silvia Berruto: ‘Guida ai musei della Resistenza e della lotta di Liberazione’, frutto del lavoro della Commissione Scuola ‘Dolores Abbiati’ dell’ANPI di Brescia.
Giovedì 25 aprile sono in programma commemorazioni in diversi comuni della Regione.
SAINT-MARCEL e BRISSOGNE. A Saint-Marcel e a Brissogne, deposizione delle corone ai cippi ai Caduti (ore 10). Alle 11 discorsi delle autorità e rinfresco offerto dall’amministrazione comunale di Saint-Marcel.
FENIS. A Fénis alle 9.15 ritrovo in località Chez Sapin presso il Café du Bourg; alle 10 messa in suffragio dei Caduti e benedizione dei monumenti delle guerre 1915/1918 e 1940/45. Inni e canti eseguiti dal coro Saint Roch.
SAINT-VINCENT. A Saint-Vincent alle 10.40, raduno dei partecipanti davanti alla chiesa, alle 11 messa e deposizione delle corone ai monumenti ai Caduti.
VERRES. A Verrès , celebrazioni all’insegna dello sport; alle ore 9.30 torneo di calcio ‘25 Aprile’ riservate ai Veterani in collaborazione con UISP Valle d’Aosta. Alle 10.30 corteo preceduto dalla Filarmonica di Verrès e deposizione di corona al monumento ai Caduti. Alle 10.45 saluti e discorsi commemorativi delle autorità regionali e comunali.
MONTJOVET. A Montjovet, alle 12 in località Berriat, deposizione di una corona al monumento ai caduti alla quale seguirà il pranzo sociale al Napoléon; nel pomeriggio, gara di palet ‘trofeo della Liberazione’.
DONNAS. A Donnas , alle ore 9, deposizione di una corona al monumento ai Caduti.
PONT SAINT MARTIN. A Pont-Saint-Martin, alle ore 10, deposizione di una corona ai monumenti ai Caduti.
PERLOZ. A Perloz alle 11.15, messa nella chiesa parrocchiale seguita dalla deposizione di una corone e pranzo sociale. Nel pomeriggio, Alle 16 spettacolo teatrale ‘L’altra storia’. Cento anni di vicende italiane (1848-1948), rivisitati attraverso testimonianze e canti popolari a cura del Gruppo Teatro Angrogna.
AOSTA. Sempre giovedì, ad Aosta, alle 10, si terrà la messa al Sacrario del cimitero di Aosta e sarà deposta una corona; poco dopo le 11, un’altra corona sarà deposta al giardino della Rimembranza, in via Festaz. Alle 11 e 30, le celebrazioni si sposteranno in piazza Chanoux dove si terranno l’alzabandiera, la deposizione di una corona al monumento del soldato valdostano e i discorsi del rappresentante del comitato nazionale Anpi Umberto Carpi e della presidente del Consiglio regionale Emily Rini. Alle 17, in piazza Chanoux, si esibirà la banda municipale, prima dell’ammaina bandiera alle 17.30.
MORGEX. Il Gruppo Alpini Morgex, in collaborazione con il Comune e la biblioteca ha preparato una serie di appuntamenti, a partire dalle 10.45 con il ritrovo in piazza Assunzione, gli onori al monumento alla Resistenza e ai Caduti e l’intervento delle autorità. A seguire, alle 11.30 intrattenimento musicale degli alunni Scuole Medie e aperitivo nella cappella di San Giuseppe. Si prosegue la sera, alle 20:30 nell’auditorium comunale con lettura di brani dedicati alla Resistenza, da parte degli alunni di terza media e il concerto dell’associazione culturale Barabàn “Venti5 d’Aprile”.

Il 28 aprile ad Aosta in piazza Chanoux, nella casa di Babel si terrà un incontro nel quale saranno ripercorse le tappe che hanno portato alla Festa della Liberazione ( in Valle d’Aosta coincide con il 28 aprile 1945 quando i Partigiani entrarono in città). E ancora tra l’8 e il 9 maggio a Morgex e ad Aosta, Marisa Ombra, vicepresidente nazionale A.N.P.I. ed ex staffetta partigiana, dialogherà con il pubblico e con gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado per ripercorrere la storia, attraverso il suo libro ‘Libere sempre, la Resistenza e la Liberazione’.; VALSAVARENCHE. Domenica prossima, 28 aprile (14.30), il municipio di Valsavarenche ospiterà la presentazione del percorso storico-culturale ‘Les sources de l’autonomie’, realizzato dal Consiglio regionale e dal comune di Valsavarenche con l’Istituto Storico per la Resistenza. Il progetto nasce con l’obiettivo di valorizzare l’attività culturale, con l’aiuto di un itinerario che tocca i villaggi di Molère, Rovenaud, Dégioz e Le Pont, raccontando i fatti che hanno preceduto la Liberazione, nel 1945 e valorizzando le figure di Emile Chanoux e Federico Chabod, illustri ‘enfants’ di Valsavarenche.
Le quattro tappe del percorso saranno illustrate attraverso pannelli bilingue: dal primo attacco fascista a Molère, nel 1944, passando per Rovenaud, dove nacque il Martire della Resistenza valdostana, proseguendo a Dégioz, dove sarà evocata la nascita della Dichiarazione di Chivasso e finendo a Pont, dove la cappella è dedicata alla Vierge des Sommets e fu costruita come voto dai partigiani che, dopo l’attacco dei fascisti a Valsavarenche e Cogne, si salvarono scappando.
(re.vdanews)

Condividi

LAST NEWS