Posted on

Moldavo condannato a 18 mesi per le coltellate a un connazionale

L'accusa per Anatolie Lupu, ancora irreperibile, è stata derubricata da tentato omicidio a lesioni personali aggravate

L'accusa per Anatolie Lupu, ancora irreperibile, è stata derubricata da tentato omicidio a lesioni personali aggravate

Diciotto mesi di reclusione per lesioni personali aggravate. Il giudice monocratico del tribunale di Aosta, Marco Tornatore, ha condannato oggi il moldavo di 33 anni Anatolie Lupu (alias Anatolie Zaporojan) difeso dall’avvocato Marisella Chevallard per le coltellate inflitte a un connazionale. La collutazione tra i due risale al 6 settembre 2009 ad Aosta in una piazzola di via Saint-Martin-de-Corléans dove stava per partire un autotrasportatore con beni destinati alla Moldavia. Per Lupu, che è ancora irreperibile, l’accusa originaria era di tentato omicidio, ma il pm Pasquale Longarini ha chiesto e ottenuto dal giudice la derubricazione del reato in lesioni personali aggravate.
(d.p.)

Condividi

LAST NEWS